Banner Pubblicitario
17 Luglio 2024 / 10:26
La Dimensione dell'Essere: il fondamento di ogni aspetto della vita

 
ESG

La Dimensione dell'Essere: il fondamento di ogni aspetto della vita

di Myriam Ines Giangiacomo* - 8 Febbraio 2024
Coltivare la nostra vita interiore, sviluppare e approfondire il rapporto con i nostri pensieri, i nostri sentimenti e il nostro corpo ci aiuta a essere presenti, intenzionali e non reattivi quando affrontiamo la complessità. Terzo appuntamento della rubrica che Bancaforte dedica agli “Inner Development Goals”, gli Obiettivi di Sviluppo Interiore
 
Per conoscere
La prima dimensione che il Framework IDG (Inner Development Goals – Obiettivi di Sviluppo Interiore) ci presenta è quella dell’Essere, della relazione con il proprio Sé.  Un invito è ad esplorare questo rapporto, spesso trascurato.
Perché questa dimensione è da considerare prioritaria e fondativa? La risposta è nella definizione che ci viene data dal Framework stesso.
Coltivare la nostra vita interiore e sviluppare e approfondire la relazione con i nostri pensieri, i nostri sentimenti e il nostro corpo ci aiuta a essere presenti, intenzionali e non reattivi quando affrontiamo la complessità.
La dimensione dell'Essere è composta dagli elementi ‘Bussola interiore’,’ Integrità e autenticità’, ‘Apertura e mentalità di apprendimento’, ‘Autoconsapevolezza e Presenza’, che approfondiremo in tappe successive del nostro viaggio attraverso gli IDGs.
La dimensione dell’Essere prende in considerazione il modo in cui coltiviamo, con attenzione e direzione, la nostra vita interiore.
Il Framework IDG ci invita non solo a stabilire una direzione per la nostra vita e per ciò che scegliamo di fare, ma anche a osservare come ci ‘presentiamo’ alla vita, come affrontiamo i diversi problemi, sia nella vita personale che in quella lavorativa. Si tratta della qualità della nostra presenza, ovvero se siamo radicati in noi stessi, nei nostri valori e nella nostra direzione quando ci impegniamo in qualcosa.
In un'epoca in cui l'efficienza e l'efficacia sembrano dominare ogni aspetto della vita quotidiana, si potrebbe facilmente perdere di vista l'importanza della dimensione dell'Essere. Questo nucleo fondamentale della nostra esistenza è, in realtà, il pilastro su cui si costruiscono tutte le altre dimensioni della vita: dall’agire al relazionarsi, dal pensare al sentire.

L'Essere come radice dell'identità

La dimensione dell'Essere rappresenta il nostro stato più autentico e vero. È la base da cui emerge ogni pensiero, ogni sentimento e ogni azione. Senza una solida comprensione e integrazione della dimensione dell'Essere, ogni altro aspetto della vita rischia di diventare superficiale, privo di significato e disconnesso dalla nostra vera essenza.

Autenticità e Consapevolezza di Sé

Vivere muovendo dall'Essere significa vivere con autenticità e integrità. Solo quando siamo radicati nell'Essere possiamo conoscere veramente chi siamo, cosa vogliamo e come ci relazioniamo con il mondo esterno. L'autoconsapevolezza, quindi, non è solo una pratica di riflessione personale, ma un'espressione diretta del nostro Sé.

L'Essere precede l’Agire

Nella società contemporanea, c'è una tendenza a valutare gli individui in base alle loro prestazioni e ai loro risultati. Tuttavia, la qualità del nostro agire è profondamente influenzata dalla chiarezza e dalla profondità del nostro Essere. Se questo è ben radicato e ben sviluppato le nostre azioni sono più consapevoli, intenzionali e sostenibili nel lungo termine.
Inoltre il progresso personale e professionale richiede un terreno fertile, questo terreno è l'Essere. Quando si dà priorità a questa dimensione, si pongono fondamenta solide per lo sviluppo in tutti gli altri ambiti della vita, inclusi l’apprendimento di competenze e la realizzazione di obiettivi.

L'Essere come centro della salute psicologica ed emotiva

Anche la nostra salute emotiva è innegabilmente legata alla dimensione dell'Essere. Ignorarla o trascurare di prendersene cura, può portare a situazioni di stress, ansia e depressione. Nutrire l'Essere, al contrario, favorisce resilienza, equilibrio e benessere psicologico.
 Uno degli aspetti principali della cura di Sé è coltivare la ‘presenza’ - ovvero il radicamento nel qui e ora – uno stato che ci dona pace e chiarezza. Vivere ogni momento con pienezza, senza essere sopraffatti dal passato o preoccupati per il futuro è come una medicina per l'anima.

L'Essere nelle relazioni

Le relazioni umane, da quelle personali a quelle professionali, sono alimentate dalla qualità del nostro Essere. Le relazioni più profonde e significative, infatti, nascono e si sviluppano quando gli individui sono capaci di presentarsi nel loro Essere più autentico.
In sintesi, prendesi cura di Sé per essere radicati nel proprio Essere non è un lusso, ma una necessità per vivere una vita piena e significativa. Dando priorità all'Essere, ci si impegna in un viaggio di trasformazione che tocca ogni ambito dell'esistenza umana, promuovendo un benessere e una realizzazione olistici.
Per riflettere
Esplorare la dimensione dell'Essere richiede un viaggio interiore. Le domande che seguono sono pensate per essere meditate nel tempo, non necessariamente per avere risposte immediate. L'auto-indagine è un processo in continua evoluzione che può rivelare nuove profondità ad ogni reiterata riflessione.
Chi sento di essere al di là delle mie etichette sociali e dei ruoli che ricopro?
Questa domanda invita a considerare l'identità personale al di fuori dei contesti sociali e professionali.
Quali sono i valori fondamentali che guidano le mie decisioni e azioni quotidiane?
Rifletti sui valori che influenzano la tua vita. Chiediti se ne sei sempre pienamente consapevole.
Quando mi sento più autenticamente me stesso? In quali attività o circostanze?
Riconoscere i momenti in cui ti senti più ‘tu’ può regalare importanti intuizioni su come vivere più pienamente.
Cosa mi fa sentire vivo, energico e connesso con me stesso e con gli altri?
Identifica le fonti di energia vitale e connessione per nutrire intenzionalmente quelle esperienze.
Come posso onorare meglio il mio Essere nelle relazioni con gli altri?
Rifletti su come la tua essenza può essere espressa e rispettata nelle interazioni con gli altri.
Queste sono solo alcune delle domande che ci possiamo porre per indagare più profondamente noi stessi, per essere maggiormente consapevoli di ‘chi’ siamo.
Intenzionalmente sono domande semplici e positive per iniziare un viaggio lieve e piacevole affinché, in tal modo, il desiderio di proseguire il percorso, ponendosi anche domande più ‘scomode’, possa nascere naturalmente ‘da dentro’ e con tempi e modi in sintonia con il proprio Essere.
Per agire
Le pratiche di mindfulness - piena consapevolezza - sono oggi ritenute quelle più efficaci per portarci in connessione con il nostro Essere e possono essere facilmente adattate e incorporate nella vita di chiunque, indipendentemente dall'età o dallo stile di vita.
Una delle pratiche più semplici e universali è quella della "Mindfulness del Respiro". Ecco come eseguirla, passo passo:

Trova un posto tranquillo

Inizia trovando un luogo tranquillo dove puoi sederti senza essere disturbata/o per alcuni minuti. Può essere utile impostare un timer se hai un orario limitato.

Adotta una posizione confortevole

Siediti in una posizione comoda, con la schiena dritta ma non rigida. Puoi sederti su una sedia con i piedi piatti sul pavimento, su un cuscino sul pavimento con le gambe incrociate, o in qualsiasi posizione nella quale ti senti a tuo agio permettendoti di rimanere vigile.

Chiudi gli occhi

Se non ti disturba, chiudi gli occhi. Se preferisci, puoi anche mantenere lo sguardo basso e defocalizzato su un punto sul pavimento.

Presta attenzione al tuo respiro

Porta la tua attenzione al tuo respiro. Nota l'aria che entra ed esce dalle narici o il sollevamento e l'abbassamento del torace o dell'addome con ogni respiro.

Riconosci i pensieri e le distrazioni

È naturale che la mente vaghi o che i pensieri, i suoni o le sensazioni fisiche distraggano l'attenzione. Quando ti accorgi che la tua mente si è allontanata dal respiro, riconosci semplicemente che ciò è accaduto, senza giudizio, e dolcemente riporta la tua attenzione al respiro.

Rimani in questo stato per qualche minuto

Continua a concentrarti sul respiro per la durata della tua pratica, che può variare da un minuto a quanto tempo desideri o hai a disposizione.

Concludi con gentilezza

Quando sei pronta/o per concludere la pratica, prenditi un momento per notare le sensazioni del tuo corpo nel suo complesso, ascoltare i suoni nell'ambiente e aprire lentamente gli occhi.

Porta la pratica nella vita quotidiana

Dopo aver praticato la mindfulness del respiro, cerca di mantenere un atteggiamento di attenzione e consapevolezza mentre prosegui con la tua giornata.
Questa pratica può essere eseguita per un tempo lungo a piacere ed è particolarmente utile quando ti senti stressata/o o sopraffatta/o. Anche solo pochi minuti possono avere un effetto significativo. La bellezza della Mindfulness del respiro è la sua semplicità, che la rende un punto di ingresso accessibile per chiunque desideri aumentare la propria consapevolezza e coltivare una maggiore pace interiore.
Per approfondire
Thich Nhat Hanh, La pace è ogni passo. La via della presenza mentale nella vita quotidiana, Ubaldini  1993 (Titolo originale: Peace is Every Step)
Una introduzione semplice e immediata alla pratica della mindfulness. Ideale per che le si accosti per la prima volta.
 
*Myriam Ines Giangiacomo è fondatrice e CEO di Bottega Filosofica
 
Leggi gli altri articoli della rubrica:
DELOITTE_MAIN SUPERVISION 2024_Banner new
ALTRI ARTICOLI

 
Banca

Patuelli (Presidente dell’ABI): “Occorrono slancio e una nuova strategia Europea”

Dall’Assemblea annuale dell’ABI del 2024, le versioni integrali degli interventi di Antonio Patuelli, rieletto per acclamazione Presidente, del...

 
Pagamenti

Salone dei Pagamenti 2024: tra tecnologia e innovazione, saranno le persone a fare la differenza

Giunto alla nona edizione l’evento promosso dall’ABI sull’innovazione nei pagamenti, che ogni anno fa registrare record di presenze e di...

 
Credito

Bagnasco (Intesa Sanpaolo): “Modernizziamo i finanziamenti retail con Qinetic”

L’adozione della piattaforma di Quid Informatica consente ai clienti della banca di richiedere un finanziamento in modalità self, con un customer...
Supervision, Risks & Profitability 2024
Supervision, Risks & Profitability è l’evento annuale promosso da ABI in collaborazione con DIPO dedicato...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banche e Sicurezza 2024
Banche e Sicurezza è l’evento annuale promosso da ABI, in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
è cultura! Una emozione per tutti
Sarà un’edizione all’insegna delle emozioni che la cultura suscita quella del Festival è cultura! che si...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario