Banner Pubblicitario
24 Gennaio 2022 / 20:12
Identità digitale: la nuova digital customer journey parte da qui

 
Imprese

Identità digitale: la nuova digital customer journey parte da qui

di Mattia Schieppati - 5 Dicembre 2021
La diffusione di SPID apre nuove opportunità strategiche per le aziende nella definizione di nuovi sistemi di onboarding e gestione dei contratti. Le tecnologie disponibili e le esperienze in atto saranno protagoniste della terza tappa dell’InTrust Day On Tour, organizzato da Intesa (Gruppo Kyndryl) il prossimo 15 dicembre
Costruire percorsi che accompagnino in maniera positiva, semplice, efficace il cliente lungo tutta l’esperienza legata a un prodotto o a un servizio (la cosiddetta “customer journey”), significa mettere al centro la sua identità, ovvero i suoi bisogni – espressi o potenziali. In questo senso, la fortissima accelerazione che è maturata in Italia nell’ultimo biennio rispetto alla diffusione delle utenze SPID ha alzato il livello di consapevolezza degli utenti/clienti rispetto al valore della propria identità digitale, dall’altro offre alle aziende nuove opportunità per disegnare e proporre servizi sempre più personalizzati. Si tratta di una dinamica che sta incentivando anche importanti evoluzioni normative: i servizi privati potranno infatti presto utilizzare l’identità digitale per il riconoscimento dei clienti da remoto.
In particolare, nel mondo finanziario (bancario, assicurativo, creditizio al consumo) e in quello dei servizi (telco, energy & utilities) il riconoscimento del cliente, l’acquisizione dei dati e la gestione digitale della contrattualistica sono fasi molto delicate del processo di vendita. Si tratta di una riflessione ormai chiave nelle strategie di approccio delle aziende al ripensamento della customer experience. In un contesto in rapida evoluzione, in cui l’esperienza dell’utente è fondamentale, così come la sicurezza dei processi, dotarsi della tecnologia più adeguata è un passo indispensabile nella creazione di una customer experience semplice, che metta l’utente al centro.
Come sottolinea Marco Broggio, CIO di Intesa, player di riferimento nei processi di digital transformation, «bisogna cercare di convergere verso soluzioni sempre più facili e più standard, tenendo in considerazione anche chi non è nativo digitale. Ma oltre alla fase di autenticazione e login è fondamentale ottimizzare la precedente fase di onboarding e la creazione della propria identità digitale: in questo caso ci sono molti esempi di come la tecnologia, ad esempio l’Intelligenza Artificiale, potrebbero aiutare, facilitare e velocizzare il processo di riconoscimento, potenzialmente anche per SPID, in modo da renderlo facile e accessibile in poco tempo alla maggior parte degli utenti.
Non solo ampliare il bacino di servizi privati a cui si può accedere tramite identità digitale, dunque, ma anche riportare l’utente al centro dei processi e far sì che l’esperienza d’uso sia facile e coerente in ogni fase. Questa la ricetta per consolidare il futuro dell’identità digitale, italiana ed europea».
L’occasione per riflettere su questa prospettiva evolutiva, mettendo a confronto esperienze concrete e visioni di importanti aziende in ambito finance e services, è rappresentato dalla terza tappa dell’InTrust Day On Tour - titolo: La customer journey digitale: tra onboarding, gestione dei contratti e compliance -, organizzato da Intesa in versione virtuale il prossimo 15 dicembre, dalle 12 alle 13 (a questo link il form per la partecipazione gratuita).
Decisivi i temi al centro di questa terza tappa: l’importanza di costruire una digital customer experience semplice e intuitiva; le strategie e le tecnologie per sviluppare processi di identificazione e onboarding lineari e sicuri; come implementare sistemi di gestione documentale digitale con firma elettronica e digital transaction management. Una valida e aggiornatissima “cassetta degli attrezzi” per essere protagonisti della trasformazione in atto.
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
ALTRI ARTICOLI

 
Banca

Sostenibilità nel finance: la governance centralizzata è prevalente

Modelli centralizzati di governo della sostenibilità abilitano la trasformazione ESG dei player finanziari globali. I trend più interessanti...

 
Scenari

Post-digital era: i 10 trend che ridisegnano la banca

Ripensare il fare banca come «arte del possibile». Ripartendo dal foglio bianco e mettendo a sistema le tecnologie con l’intelligenza e i desideri...

 
Pagamenti

Euro digitale: al via un gruppo di lavoro interbancario

Promosso da TAS, con KPMG e Accenture, per creare una community professionale che affronti opportunità e sfide della digital currency della Banca...
ESG in banking: sostenibilità è sviluppo
Il 13 e 14 dicembre la prima edizione dell'evento annuale promosso dall’ABI sulla trasformazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Wealth Management Forum 2021
La prima edizione del Wealth Management Forum è stata un momento di confronto tra i diversi operatori del...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Gli Innovation Workshop on demand
Guarda gratuitamente tutti gli appuntamenti organizzati con i nostri Partner 
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una nuova e qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario