Banner Pubblicitario
19 Febbraio 2020 / 05:44
Banner Pubblicitario
Gli studenti protagonisti al Salone 2019

 
Scenari

Gli studenti protagonisti al Salone 2019

31 Ottobre 2019
Anche quest’anno il programma per i giovani si presenta ricco di novità e sorprese. In collaborazione con Feduf, il Salone offrirà diversi stimoli su tematiche di scenario e risposte alle tante domande della quotidianità digitale. Con una regola: niente lezioni, ma interazione totale ...
 «Nessuna lezione. Quel che vogliamo fare, anche quest’anno, è proporre ai ragazzi alcune esperienze che li coinvolgano e li rendano protagonisti». Prima di scendere nel dettaglio dei temi e degli appuntamenti specifici, Giovanna Boggio Robutti, direttore generale di Feduf - Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio chiarisce in maniera netta l’approccio sulla base del quale, Il Salone dei Pagamenti ha previsto un percorso specifico dedicato a giovani e giovanissimi, studenti delle scuole secondarie di II grado e studenti universitari: Digitalife e nuove generazioni.

Gli interessi dei ragazzi

Protagonista del percorso tematico è la generazione dei nativi digitali, che sta vivendo in prima persona la trasformazione in atto e ne è naturale protagonista: «Il Salone è una piattaforma eccezionale per parlare ai ragazzi. I temi relativi ai pagamenti via app, alla digitalizzazione del denaro, alla sicurezza negli acquisti online li coinvolgono in prima persona e hanno una grande necessità di avere risposte concrete, indicazioni pratiche. Avere un luogo fisico di richiamo come il Salone nel cuore di Milano, la formula delle tre giornate di appuntamenti e un’agenda ricca di occasioni sono perfetti per dare la possibilità alle scuole di scegliere il modo migliore per partecipare», spiega Boggio Robutti.
Maturata l’esperienza delle precedenti edizioni del Salone, l’obiettivo quest’anno è coinvolgere – oltre alle scuole secondarie milanesi e lombarde – anche istituti scolastici di tutto il nord Italia, oltre che naturalmente gli studenti universitari.

I temi delle tre giornate

Ciascuna delle tre mattine del Salone va a esplorare gli orizzonti ampi della trasformazione digitale, partendo dal tema dei pagamenti e della gestione del denaro, con un taglio aperto e coinvolgente.

Mercoledì 6 Novembre

Il titolo della mattinata del 6 novembre esemplifica bene il tipo di approccio: Digital Life, Digital Moneye approfondisce il tema della gestione del denaro come parte integrante di una quotidianità, ormai in ogni suo aspetto “ambientata” in un contesto digitale e – soprattutto per i ragazzi – social.
A dare il via alla mattinata la proiezione del docufilm Digitalife, del regista Francesco Raganato e prodotto da Varese Web Srl in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo, un racconto efficace e coinvolgente di come Internet e il digitale stiano cambiando la vita di tutti i giorni, portando sullo schermo - senza filtri - storie che toccano argomenti quali il mondo del lavoro in evoluzione, la ricerca di una felicità, la possibilità di socializzare, viaggiare e condividere esperienze ed emozioni. Leggi qui.
A seguire un dibattito chiamerà i ragazzi a confrontarsi su come il digitale stia cambiando il rapporto con il denaro e la sua gestione consapevole, con la partecipazione dei giovani startupper di Starting Finance, per un vero confronto tra pari, e un sondaggio in diretta organizzato da Feduf e Visa con Bva-Doxa per ascoltare le loro opinioni sulla percezione del valore del denaro contante ed elettronico, la fiducia e le paure nell'utilizzare tecnologie digitali per gestire il denaro, l'uso dello smartphone come strumento di pagamento e gestione del denaro, le abitudini sui metodi di pagamento.

Giovedì 7 Novembre

Protagonista della seconda giornata è la mente umana, come questa può essere potenziata tramite l’intelligenza artificiale, oppure vincolata da automatismi e processi cognitivi che incidono sulle scelte in particolare economiche. La mattinata, dal titolo Persone, Macchine, Denaro, e moderata dal giornalista Massimo Cerofolini, vedrà in scena Massimo Bustreo ed Edoardo Ares, rispettivamente nei panni di un mago e di uno psicoanalista specializzato in neuroscienze per lo spettacolo Neuromagia - Quando la magia "svela" il nostro rapporto con il denaro: insieme ai ragazzi verranno esplorati i meccanismi della mente per comprendere come le nostre scelte, non solo economiche, siano in realtà “liberamente obbligate”. Qui per approfondire.
Il dialogo tra i due personaggi introdurrà i ragazzi al tema del denaro nella sua duplice veste: da un lato, ordinatore di valori ed emozioni che guidano comportamenti e aspettative; dall’altro, strumento capace di influenzare i processi decisionali e la razionalità che si vorrebbe a lui associata.
A seguire importanti testimonianze daranno una loro visione del rapporto tra mente umana e decisioni economiche, anche con riferimento alla robotica. Va in tal senso la partecipazione all'incontro di Valeria Cagnina (qui l’intervista di Bancaforte), giovanissima appassionata di tecnologia tra le 50 italiane più influenti della robotica secondo Forbes e fondatrice insieme a Francesco Baldassarre di Ofpassion, di Auticon,  prima azienda in Italia ad impiegare esclusivamente persone nello spettro dell'autismo come consulenti informatici, esempio virtuoso di valorizzazione e inclusione di giovani con un "sistema operativo" speciale, e della Fondazione Ibm.

Venerdì 8 Novembre

Per la terza mattinata l’agenda prevede invece un tema più mirato e specifico, proposto attraverso una modalità coinvolgente e innovativa. L’incontro, dal titolo Pay 2.0, Il denaro del futuro - Mettiamoci in gioco, vuole condurre gli studenti alla scoperta delle nuove forme di moneta e pagamenti elettronici, dalle carte alle app ai portafogli elettronici, illustrando i processi collegati alla dematerializzazione del denaro e le innovative frontiere digitali del suo uso, anche con l'utilizzo di contributi video che trasmettono con modalità molto efficaci contenuti educativi ai ragazzi come la serie proposta da Orizzonti TV, la web tv di educazione finanziaria promossa dalla Federazione delle BCC Lazio Umbria Sardegna.
Un percorso attraverso le nuove frontiere dei pagamenti digitali che si conclude con un divertente quiz online, a cui gli studenti – suddivisi in squadre – parteciperanno attraverso i loro smartphone (con tanto di premio per il team vincitore, naturalmente).

Conoscenza e consapevolezza

«I grandi temi dell’innovazione senza dubbio conquistano i ragazzi e li stimolano in maniera forte: sanno e capiscono che il digitale è il loro presente ma soprattutto il loro futuro, e anche se hanno delle competenze tecniche sicuramente non paragonabili a quelle della generazione dei loro genitori o insegnanti, si rivolgono alla tecnologia e all’online ancora con molte ingenuità», conclude Boggio Robutti. «La sicurezza dei pagamenti online, dell’utilizzo di piattaforme di e-commerce, la gestione dei dati personali e della privacy sono aspetti che ci chiamano a un forte impegno educativo. Ma in particolare il Salone è l’occasione per diffondere consapevolezza anche tra i giovanissimi sul valore e l’importanza della diffusione di sistemi di pagamento digitali: i nostri ragazzi – così dicono le nostre ricerche e l’esperienza quotidiana nelle scuole - sono ancora molto legati al contante, influenzati in questo dalla “cultura analogica” dei loro genitori. Il Salone 2019 sarà l’occasione, come dice il titolo di questa edizione, per renderli invece “protagonisti del nuovo mondo”».
ALTRI ARTICOLI

 
Scenari

Incubatori italiani: quanti sono e cosa fanno

Dal Politecnico di Torino la terza edizione del Report che analizza la crescita delle "culle" dell’innovazione. In Italia sono 197 realtà, che...

 
Fintech

Tecnologia per l'open banking

Le soluzioni di Tas contribuisco in modo significativo allo sviluppo delle nuove funzionalità della piattaforma Cbi Globe, permettendo di superare...

 
Fintech

Martini (Nexi): “Cbi Globe è il sistema operativo dell'open banking”

Con la nuova funzionalità della piattaforma annunciata da Cbi e Nexi sarà più semplice sviluppare soluzioni innovative evolute multibanca, rendendo...
BPER, obiettivo prossimità. Sul territorio e sui canali digitali
Per Pierpio Cerfogli, anche tra 10 anni le filiali saranno fondamentali per le banche. Ma saranno molto...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Fintech, sviluppo a rischio senza educazione finanziaria
Giovanna Boggio Robutti (Feduf): è necessaria una maggiore consapevolezza finanziaria per alimentare una...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario