Banner Pubblicitario
08 Aprile 2020 / 15:12
Banner Pubblicitario
Al via Auriga Fintech Award, la premiazione al Salone dei Pagamenti

 
Fintech

Al via Auriga Fintech Award, la premiazione al Salone dei Pagamenti

23 Ottobre 2019
Accogliere l’innovazione e lavorare insieme alle Fintech in un’ottica di open innovation per la co-creazione di valore. È l’obiettivo del premio promosso da Auriga, che proclamerà la Fintech vincitrice venerdì 8 novembre al Salone
Prende avvio l’Auriga Fintech Award, premio ideato e promosso da Auriga e organizzato in collaborazione con il Fintech District. La premiazione avverrà in occasione del Salone dei Pagamenti che si terrà a Milano il 6, 7 e 8 novembre 2019.
L’iniziativa si rivolge alle Fintech con un alto livello di innovazione tecnologica che operano nei seguenti ambiti: Smart Payments & Money Transfer, Intelligenza Artificiale, Blockchain e Cybersecurity.
Obiettivo: accogliere l’innovazione che caratterizza le Fintech e lavorare assieme alle migliori in un’ottica di open innovation per la co-creazione di valore. Auriga punta infatti sulla collaborazione con realtà che, grazie alla loro agilità, possono contribuire a costruire soluzioni innovative. Da parte sua, Auriga metterà a disposizione l’esperienza di oltre 25 anni di attività e investimenti in ricerca e sviluppo, la capacità di penetrazione sul mercato, la relazione con numerosi clienti, ma anche la competenza e la solidità di offerta.
Dopo un primo screening delle candidate da parte del team di Auriga, sono state individuate le 5 Fintech che parteciperanno alla finale prevista per l’8 novembre, proprio durante il Salone dei Pagamenti (ore 11.30). In questa occasione le Fintech potranno fare un pitch di fronte alla platea e alla giuria. La vincitrice riceverà un premio di 5.000 euro e avrà l’opportunità di collaborare con Auriga, leader in Italia e in Europa nel mercato delle soluzioni software per la banca omnicanale.
Auriga sviluppa soluzioni software per la banca omnicanale, con applicativi, servizi e consulenza tecnica per la gestione integrata degli sportelli Atm e self-service di tipo evoluto, dei chioschi multimediali, dell'Internet e mobile banking e del mobile payment. L’apporto di nuove idee da parte di giovani aziende in grado di fornire, soprattutto un contributo ad alto livello tecnologico per innovare il sistema finanziario-bancario, è una risorsa sempre più strategica per la crescita e per la capacità di offrire soluzioni competitive per un mercato in continua evoluzione. Tecnologie emergenti come Rpa (Robotic Process Automation), Ai, machine learning, big data analytics e Internet of Things (IoT) possono infatti accelerare lo sviluppo di nuove soluzioni che presentino dei forti passi avanti su aspetti come la facilità di utilizzo, l’accesso in mobilità e la personalizzazione.
L’introduzione della normativa Psd2 oggi sta incoraggiando l’ingresso sul mercato e la crescita delle start-up Fintech. Si va affermando un approccio collaborativo tra i big player che vedono nell’open innovation l’opportunità di sviluppare nuovi prodotti e servizi sempre più innovativi e in grado di rispondere alle richieste dei clienti finali in un mercato sempre più fluido e aperto. Auriga ha scommesso sul modello dell’open innovation creando nel 2018 l’incubatore IC406 per entrare in contatto con idee e competenze provenienti dall’esterno, anche da ambiti molto diversi. Se il premio lanciato per il Salone dei Pagamenti guarda a start-up consolidate sul mercato, IC406 si rivolge invece a studenti, laureati, ricercatori o professionisti o anche a giovani imprese o Pmi innovative, alla ricerca di supporto e competenze specifiche per costituire la propria start-up. Situato a Bari, l’incubatore di Auriga offre servizi di formazione, supporto, tutoring e networking, oltre all’opportunità di ottenere il seed capital per il decollo. In questo modo i talenti possono trasformare la propria idea in impresa e l’azienda può entrare in contatto con proposte e competenze provenienti dall’esterno, nell’ottica della contaminazione.
Nel nuovo contesto di riferimento (open banking e Psd2), l’Auriga Fintech Award conferma ancora una volta la spinta naturale verso l’innovazione e la sperimentazione di Auriga, che si posiziona tra quelle realtà in grado di saper trasformare da subito le nuove regole in una leva per accelerate il business e favorire lo sviluppo dell’intero ecosistema fintech italiano.
“Innovazione, contaminazione, integrazione. Sono concetti in cui crediamo molto e su cui abbiamo costruito, negli ultimi anni, la nostra strategia di sviluppo. Riteniamo infatti che solo attraverso la capacità di guardare avanti e lavorare insieme ai diversi soggetti che operano nel settore bancario e finanziario si possa davvero fare innovazione. La collaborazione con le Fintech, quindi, rappresenta per Auriga un elemento fondamentale al fine di portare sul mercato maggiore efficienza e nuovi servizi, attraverso soluzioni tecnologiche all’avanguardia”, ha commentato, Vincenzo Fiore, Ceo di Auriga.
ALTRI ARTICOLI

 
Fintech

Dal Fintech milanese alla Silicon Valley. Aspettando che passi l'epidemia

Intervista a Marta Ghiglioni, 26 anni, ex direttore dell’Associazione che raggruppa le start-up finanziarie italiane, ora a San Francisco con...

 
Banca

Bond solidali per far crescere il terzo settore

Con 97 emissioni e oltre 5,4 milioni di euro destinati a iniziative e progetti sociali, in otto anni i social bond di Ubi Banca hanno fatto della...

 
Scenari

Intelligenza artificiale e data sharing per battere il Coronavirus

Dal sistema di supercalcolo di Alibaba al Covid-19 Open Research Data lanciato dalla Casa Bianca, fino all’iniziativa europea Ai4Eu, le tecnologie...
Banner Pubblicitario