Banner Pubblicitario
19 Aprile 2024 / 18:21
Osservatori ABI: così il cambiamento diventa strumento di crescita

 
Scenari

Osservatori ABI: così il cambiamento diventa strumento di crescita

di Mattia Schieppati - 28 Luglio 2023
Diversità e Inclusione, Comunicazione e Digital Marketing e management della cultura i tre macro-temi affrontati dagli Osservatori ABI al via da settembre: occasioni di confronto e di relazione guidati da esperti delle diverse discipline che arricchiscono e allargano gli orizzonti operativi delle aziende e dei singoli professionisti. Dei punti di osservazione sui nuovi ambiti di opportunità che forniscono strumenti concreti di sviluppo e innovazione
Una delle più grandi e incisive trasformazioni che sta attraversando la contemporaneità è quella che riguarda il mondo del lavoro. Accelerazione tecnologica, scenari sempre più ampi di confronto e competizione, rapidi cambiamenti delle strategie di business e una trasversalità sempre più spinta tra competenze hanno mandato definitivamente in soffitta un approccio statico e in qualche modo “passivo” alla professione, l’idea di un percorso rettilineo del quale è possibile prevedere gli sviluppi e il punto di arrivo.
Quel che le aziende richiedono - a maggior ragione in un ambito iperconnesso e reattivo come quello bancario e finanziario - è un mix sempre più ricco di soft e hard skills e una propensione all’aggiornamento continuo, per unire all’esperienza lo stimolo a innovare costantemente il proprio bagaglio di conoscenze.
Risponde a questa tendenza globale e locale l’impegno dell’ABI nel proporre occasioni e ambiti specifici capaci di dare un supporto nel campo dell’innovazione, attraverso strumenti che da un lato rafforzano la conoscenza, dall’altro contribuiscono a creare nuove culture diffuse all’interno delle aziende e delle organizzazioni, mettendole a contatto con i temi emergenti connessi al loro operare quotidiano e aprendo punti di osservazione privilegiati sulle trasformazioni in atto. È appunto questo il compito degli “Osservatori” promossi dall’ABI e organizzati da ABIServizi, delle vere e proprie piattaforme di conoscenza, di confronto e di dialogo sui temi emergenti, che raccolgono la partecipazione di esperti e professionisti di diversi settori e propongono delle full immersion verticali e orientate a quelli che sono i bisogni e gli interessi del mondo bancario e finanziario.

D&I in Finance, dall’evento all’Osservatorio

Leggere la cultura della diversità e dell’accessibilità come una leva strategica per il business (oltre che come elemento di ricchezza per il clima aziendale) è l’obiettivo dell’Osservatorio D&I in Finance, nato come strumento di approfondimento dall’omonimo evento che l’ABI promuove dal 2022 e mirato a consolidare gli interventi svolti dall’industria bancaria e da altre realtà imprenditoriali a favore della valorizzazione delle politiche di Diversità (D) e Inclusione (I).
L’Osservatorio è strutturato in tre giornate di approfondimento (tra ottobre e febbraio) e sotto la guida di tre professionisti del settore sviluppano il macro-ambito dell’inclusione e della messa a valore delle diversità in azienda seguendo tre percorsi tematici di indagine:
1. Azzurra Rinaldi, Economista, Docente di Economia Politica e Direttrice della School of Gender Economics presso l’Università Unitelma Sapienza di Roma, focalizzerà la giornata di lavori sulle strategie e gli strumenti utili e necessari per gestire l’oggettività (titolo dell’incontro: «Razionalità economica: l’ascolto dei numeri»). Partendo dai dati sulle dinamiche del mercato del lavoro a livello internazionale e nazionale, si affronteranno i temi dei diversi gender gap sotto una doppia lente. A livello macroeconomico, come impatto non solo discriminatorio, ma inefficiente sotto il profilo della produzione di ricchezza da parte del sistema economico. A livello microeconomico, come mancanza di strategie efficaci per valorizzare il capitale umano di cui l'azienda dispone, al fine di migliorarne la performance economica.
2. Nel secondo incontro dell’Osservatorio Alice Siracusano,  CEO di LUZ Agency e Docente dell’Università IULM si concentrerà su «Relazionalità comunitaria: l’azienda in dialogo», ovvero le strategie e gli strumenti per gestire l'intersoggettività. Con testimonianze di comunicazione delle e alle diverse comunità con cui un'azienda dialoga, il percorso dell’Osservatorio mostrerà come si possano far dialogare tra loro le diverse comunità (dipendenti, fornitori/partner, clienti, comunità territoriale), sempre attraverso la comunicazione interna/esterna, all’insegna dell’inclusione.
3. La terza giornata di lavori sarà invece guidata da Massimo Bustreo, Docente di Psicologia e Comunicazione presso il Dipartimento di Business, Diritto, Economia e Consumi dell’Università IULM, ha come titolo «Irrazionalità generativa: il dialogo con se stessi», e condividerà strategie e strumenti per gestire l’intrasoggettività. Il lavoro sarà arricchito dalle testimonianze di professionisti e studiosi della mente, ovvero delle dinamiche inconsapevoli, inconsce, pre-razionali che sostengono bias ed euristiche cognitive ed emotive e le loro influenze (non solo negative o limitanti) sulla percezione di valori, diversità, vincoli, risorse, anche per comprendere meglio le "magie" della nostra mente attraverso contributi pragmatici che facciano da ponte tra questi concetti e le realtà aziendali, le pratiche professionali e gli strumenti applicativi.
Per informazioni e iscrizioni all’Osservatorio D&I in Finance: diversity.abieventi.it

Osservatorio Digital Marketing e Comunicazione Integrata

Che le banche e i servizi finanziari siano uno dei settori-guida nell’ambito dell’innovazione digitale è ormai un dato assodato. Ed è evidente come la trasformazione digitale del settore bancario rappresenti una fonte di nuove opportunità e di generazione di valore. I nuovi media digitali sono diventati elementi chiave sia del marketing digitale sia della comunicazione integrata delle banche verso il segmento retail, come un veicolo indispensabile per aumentare il coinvolgimento dei clienti attuali e potenziali nella relazione con le banche, oltre che uno strumento in grado di generare sia distintività sia maggiore efficacia delle campagne commerciali. 
L’Osservatorio Digital Marketing e Comunicazione Integrata, organizzato in tre giornate di attività e in presenza presso lo Spazio Pola di Milano, e guidato da Daniela Vitolo, Servizio Studi e Regolamentazione ABI e Massimo Cerofolini, autore e conduttore radiofonico e televisivo, esperto di nuovi mestieri, nuove tecnologie e nuovi linguaggi, approfondirà gli aspetti di innovazione riguardanti il marketing e la comunicazione digitale, nonché le evoluzioni in corso nei settori non finanziari, grazie al confronto interattivo con esperti e aziende non bancarie. 
L’edizione 2023 approfondirà tre ambiti specifici: le recenti evoluzioni delle forme di marketing e comunicazione; i nuovi strumenti di ascolto per interagire e suscitare emozioni e coinvolgimento; algoritmi, big data, realtà aumentata e virtuale per conoscere e comunicare al mercato in modo innovativo. L'Osservatorio – al via il 20 settembre - mette al centro il ruolo del Digital Marketing come strumento strategico dell’azienda, partendo da tre modi di essere impresa, oggi, e da domande che sostanziano il percorso di ogni giornata:
L’IMPRESA PARLA. Quanto stanno cambiando le forme di marketing e comunicazione più consolidate? Come il mercato retail sta innovando i propri approcci?
L’IMPRESA ASCOLTA. Con  l'obiettivo di interagire e suscitare emozioni e coinvolgimento attraverso canali e strumenti nuovi, le aziende retail innovano i propri strumenti interattivi di ascolto.
L’IMPRESA SI IMMERGE. Innovazioni di frontiera sulle nuove tecnologie a supporto di marketing e comunicazione nel mercato retail, come algoritmi generativi, ChatGpt, metaverso, Nft, criptovalute, marketing della blockchain, realtà virtuale e aumentata, negozi virtuali, ma anche big dataper aumentare la profilazione quando verrà meno il supporto dei cookie.
L’approccio a questi macrotemi è trasversale e multidisciplinare, l’unico possibile per cogliere davvero le potenzialità del mondo digitale al di là dei servizi finanziari e esplorarne gli impatti sulle diverse funzioni aziendali, ma con un focus analitico su strumenti e metodi necessari a inquadrare i temi oggetto di interesse in modo puntuale e indagare le soluzioni innovative che il mercato retail (non solo bancario) sta adottando o può adottare per rendere le nuove iniziative più efficaci. Tutte le tematiche affrontate saranno esplorate da diverse prospettive, e sempre con una ricaduta orientata alla concretezza, con l’analisi di casi di interesse relativi ad aziende di altri settori, italiane ed estere, per cogliere le innovazioni in atto nel mondo digitale.
Per informazioni e iscrizioni all’Osservatorio Digital Marketing e Comunicazione Integrata: https://www.progettispecialiabiservizi.it/abi-dimensione-social-web
 

Osservatorio Banche per la Cultura

Una prima edizione, quella svoltasi nel 2022, di grande successo, che ha saputo trasformare gli stimoli di un mondo vivo come quello dell’arte in occasioni concrete di ampliamento del business e di rafforzamento delle competenze in settori sempre più connessi come quello bancario e finanziario e della gestione patrimonio artistico, privato e pubblico. Forte di questo positivo esordio, il percorso dell’Osservatorio Banche per la Cultura torna, nella stagione 2023, con una proposta ancora più ricca. 
L’Osservatorio, guidato dal prof. Guido Guerzoni attraverso la società specializzata Formules, combina analisi di scenario e casi di studio con momenti di confronto tra banche, esperti del settore, progettisti e referenti di aziende specializzate: interazioni con chi vive quotidianamente le dinamiche del mondo della cultura e dell’arte che rappresentano il grande plus dell’Osservatorio.
Cinque gli appuntamenti che scandiscono il percorso, su 5 temi guida:
1. Il mercato delle mostre itineranti e la circolazione internazionale delle collezioni: problemi e opportunità. Il primo incontro esplorerà scenari e casi pratici legati alla circolazione delle collezioni (il potenziale di branding e la cultural corporate diplomacy), sino alle mostre itineranti come efficiente strumento di crescita reddituale e patrimoniale, e il loro impatto ambientale. Con declinazioni sulle possibili strategie da mettere in atto in un’ottica di sostenibilità.
2. Collection management, ovvero gli strumenti necessari per la gestione delle collezioni (safety, security, handling, insurance, transport), le valutazioni e il risk management delle opere d’arte e dei beni da collezione, e gli strumenti e le strategie per la digitalizzazione delle collezioni.
3. Archivi e document management, tema particolarmente sentito dalle banche: l’Osservatorio affronterà in maniera molto concreta le questioni relative alla tutela e alla gestione degli archivi, la progettazione di archivi digitali e le strategie innovative per la fruizione e valorizzazione degli archivi, veri e propri “patrimoni” delle aziende.
4. Proprietà intellettuale: diritto d’autore, licenze, concessioni. L’approfondimento riguarderà elementi estremamente specialistici - ma dei quali è importante avere una conoscenza a tutto tondo, quali rights management, audit e due diligence, le nuove tecnologie al servizio della gestione dei diritti, le evoluzioni normative e l’attività di brand licensing e merchandising.
5. Le fonti di finanziamento pubbliche nazionali e internazionali: dal PNRR all’Europrogettazione. L’incontro di chiusura esplora il tema delle risorse - esistenti, ma spesso misconosciute - che possono sostenere percorsi di valorizzazione culturale. Si affronteranno i diversi temi relativi alle strategie di finanziamento e alla costruzione di un fundrising plan, con focus sui finanziamenti nazionali (statali, locali o legati al PNRR) e su quelli accessibili a livello Europeo.
Per informazioni e iscrizioni all’Osservatorio Banche per la Cultura: https://www.abieventi.it/contents/news/2023/osservatorio-banche-per-la-cultura-ii-edizione
.
 
 
 
IMMOBILIARE.IT
ALTRI ARTICOLI

 
Pagamenti

Auriga: ricerca e sviluppo continui per crescere nel mondo

Vincenzo Fiore, CEO di Auriga, racconta a Bancaforte la strategia di espansione di un’azienda che ha saputo fare della capacità di innovazione...

 
Sicurezza

La sicurezza in banca è sempre più cyber

Generative AI, Quantum computing, crittografia, data science: le innovazioni tecnologiche come strumenti di difesa e resilienza per le banche e le...

 
Banca

Premio ABI per l’innovazione nei servizi bancari 2024: tutti i vincitori

Sono 8 i progetti premiati dalla Giuria tra gli oltre 60 presentati dalle banche italiane quest'anno. Assegnate anche tre Menzioni Speciali
D&I in Finance 2024
L'evento promosso da ABI e organizzato da ABIEventi per consolidare gli interventi svolti...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito e Finanza 2024
Credito e Finanza è l’appuntamento promosso da ABI dedicato al Credito a Famiglie e Imprese e al Mercato...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Il Salone dei Pagamenti 2023
Il Salone dei Pagamenti è il più importante appuntamento nazionale di riferimento su Pagamenti e Innovazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Sabatini (ABI): "Il mercato dei capitali in Italia è sempre più vicino alle imprese"
"Per avvicinare le imprese al mercato dei capitali, bisogna continuare a semplificare le regole e le...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario