Banner Pubblicitario
03 Luglio 2022 / 05:43
Il credito agevolato diventa semplice

 
Credito

Il credito agevolato diventa semplice

di Flavio Padovan - 16 Aprile 2020
Con la nuova piattaforma agevolo.it, Pegaso 2000 mette a disposizione di banche e confidi uno strumento per affrontare in modo facilitato e rapido l'iter necessario per attuare le misure di finanza agevolata. Anche le ultime previste dal decreto Cura Italia. Ne parla Franco Cicogna di Pegaso 2000
Aiutare le banche e i confidi a gestire tutte le differenti misure di agevolazione del credito, incluse quelle previste dal decreto Cura Italia. È l'obiettivo di agevolo.it, la piattaforma che Pegaso 2000 ha appena lanciato razionalizzando, aggiornando e integrando insieme, dal punto di vista funzionale e tecnologico, numerose soluzioni già operative nell'area Finanza Agevolata, arricchite con nuovi prodotti pensati per rispondere alle più recenti esigenze del mercato. Il risultato è uno strumento concreto, semplice e modulare che consente di affrontare efficacemente anche la gestione del crescente numero di domande che le banche e gli enti di garanzia stanno ricevendo in questi giorni per le misure legate all'emergenza Covid-19.
Ne abbiamo parlato con Franco Cicogna, amministratore unico di Pegaso 2000, l'azienda umbra, ma con sedi anche a Roma e a Milano, che si è conquistata un ruolo primario nel mondo del Credit Finance, della Finanza Agevolata e del Money Market.

Perché avete lanciato agevolo.it?

“Per dare a banche e confidi uno strumento efficace per gestire tutti quegli interventi disposti dal legislatore nazionale, regionale o comunitario che hanno l’obiettivo di fornire alle imprese strumenti finanziari a condizioni più vantaggiose di quelle di mercato. Un'esigenza che il decreto Cura Italia ha reso ancora più urgente considerato il significativo numero di richieste che famiglie, professionisti e imprese stanno presentando e che deve essere lavorato rapidamente per dare una risposta pronta all'emergenza che stiamo vivendo”.

Quali sono i vantaggi della piattaforma?

“Innanzitutto agevolo.it è una soluzione unica che copre l'intero processo di gestione delle diverse tipologie di incentivi e delle garanzie richieste. Anche, e siamo gli unici a offrirlo, dei Tranched Cover, cioè dei portafogli di garanzia: dallo studio degli stock preesistenti fino alla gestione pluriennale dello strumento. Un altro aspetto importante è l’architettura completamente modulare, costituita di componenti auto-consistenti. Quindi banche ed enti di garanzia non sono obbligate ad acquistare l'intera piattaforma, ma possono scegliere anche singoli moduli per far fronte a esigenze particolari, come gestire le misure previste dal decreto Cura Italia o gli interventi relativi alla nuova Sabatini, che è stata rifinanziata in maniera importante per supportare le aziende in questo momento di crisi. Grazie al team di consulenza che abbiamo recentemente costituito, riusciamo ad assistere le istituzioni finanziarie anche nella completa filiera del Fondo di Garanzia PMI, attivato da MISE e Mediocredito Centrale (MCC). Quindi a supportare nelle attività di presa in carico con analisi preventiva dello stock e relative prefattibilità, nell'inserimento in piattaforma e congelamento, nelle comunicazioni successive alla gestione della garanzia, nelle verifiche documentali e negli inadempimenti, fino all'escussione della garanzia stessa. Una caratteristica di  è che per il rating utilizza non un software proprietario, ma direttamente quello di MCC: un vantaggio importante in situazioni come quella attuale, caratterizzata da frequenti modifiche dei parametri per ampliare i beneficiari, perché non richiede interventi da parte nostra, mantenendo la piattaforma sempre aggiornata e quindi utilizzabile. I micro-servizi che compongono lo scheletro applicativo sono poi facilmente aggregabili per dar vita ad un ampio ecosistema di API, rendendo la piattaforma interoperabile con qualunque realtà software, dalla più obsoleta alle più moderne. Altro vantaggio di agevolo.it è che può essere installata direttamente presso il cliente oppure acquistato con la modalità software as a service”.

Un'altra importante area di business per Pegaso 2000 è quella della liquidità. Come sta andando?

“Molto bene: attraverso la nostra soluzione “Abaco Pool” passa circa l’85% della liquidità concessa alle banche, per le operazioni di rifinanziamento in Bce, a fronte del conferimento di un pool di garanzie composto da crediti. È un tema caldissimo in questo momento di crisi economica: proprio alcuni giorni fa Banca d'Italia ha annunciato, con comunicato ufficiale, un’ulteriore serie di misure espansive per concedere alle banche maggiore liquidità. Grazie ad Abaco Pool queste misure sono già diventate opportunità per il sistema Banca.

Avete appena presentato i dati del bilancio 2019: che anno è stato per Pegaso 2000?

“È stato un anno positivo. Abbiamo chiuso l'esercizio con un fatturato in crescita di circa il 10%, dopo che nel 2018 avevamo già registrato un incremento del 20%. Un dato ancora più significativo se consideriamo la progressiva contrazione del numero delle banche, i nostri principali clienti. Inoltre, abbiamo superato per la prima volta i 6 milioni di euro di ricavi e per il quarto anno consecutivo l'Ebitda è oltre il 20%, segnale di un'azienda sana. E abbiamo aumentato anche l'utile netto, migliorando la remunerazione del capitale”

L'emergenza Covid-19 sta frenando il vostro business?

“Dal punto di vista operativo, abbiamo iniziato a lavorare tutti da casa fin dall'inizio dell'emergenza e non abbiamo avuto nessun problema di produttività. Questo sta aprendo a una riflessione sull'utilizzo dello smart working anche per il dopo Coronavirus. Ma solo in modo concordato e per venire incontro a chi ne avesse bisogno, perché siamo molto uniti e ci piace stare insieme quando lavoriamo”.

E dal punto di vista commerciale?

“Stiamo continuando ad acquisire nuovi clienti: a giorni dovremmo formalizzare accordi con altre quattro banche, che si vanno ad aggiungere alle 40 che già ci hanno scelto, di cui 4 solo lo scorso anno, tra cui anche alcuni gruppi bancari e importanti centro servizi. C'è molto interesse sia per i prodotti legati al mondo delle garanzie sia per quelli per la liquidità e non solo. Tra le ultime soluzioni che abbiamo lanciato, un particolare successo lo sta riscuotendo ABACART che gestisce gli adempimenti correlati alla cartolarizzazione sintetica di un portafoglio crediti. Un altro prodotto che in Italia siamo gli unici a offrire”.

Vi attendete una crescita anche nel 2020?

“Nonostante lo scenario sia notevolmente cambiato, pensiamo che il nostro trend di sviluppo proseguirà. Anche perché stiamo continuando ad investire molto su nuovi prodotti, sulle persone del nostro team e sulle tecnologie. In particolare, stiamo puntando sul machine learning per migliorare ulteriormente il motore di validazione dei crediti e già nelle prossime settimane presenteremo al mercato i risultati del nostro lavoro. Stringeremo, inoltre, nuove partnership, che in alcuni casi potrebbero trasformarsi anche in acquisizione di quote di partecipazione, soprattutto per ampliare l'area della consulenza. Ma guardiamo con interesse anche al mondo fintech legato all'Università di Perugia e ai poli milanesi di eccellenza”.

Sviluppate internamente i vostri prodotti?

“Assolutamente sì. Siamo un’azienda che conosce molto bene sia il mondo bancario sia la tecnologia e grazie alla nostra solidità finanziaria abbiamo costantemente investito in ricerca e formazione continua del personale. A guidarci è un Comitato Tecnico, organo interno che abbiamo costituito per individuare nuovi trend tecnologici e per la loro applicazione e il loro utilizzo nello sviluppo e nel miglioramento dei prodotti. E prestiamo molta attenzione all'ingresso di giovani talenti. In collaborazione con l'Università di Perugia abbiamo lanciato l’iniziativa delle “lauree Pegaso 2000”: si tratta di un contest, finalizzato con specifiche borse di studio, per ricercare l’eccellenza accademica e stimolare i giovani alla ricerca del loro percorso professionale post-accademico. Un investimento pensato anche per mantenere sul territorio competenze e idee che guardino al futuro con innovazione e spirito di intraprendenza”.
INGENICO 2022_Banner Medium
ALTRI ARTICOLI

 
Scenari

Smart city: 10 miliardi per il salto di qualità

Quasi un comune italiano su tre ha avviato almeno un progetto di digitalizzazione delle infrastrutture urbane nell’ultimo triennio. E una spinta...

 
Banca

Tra rischi e nuove sfide, è il momento delle scelte

Regole e mercato in un contesto in bilico tra emergenze e trasformazione. E nuove sfide che chiamano a decisioni strategiche anche innovative. I temi...

 
Credito

Buy Now Pay Later, la rivoluzione nel mondo dello shopping

Tra le aree più in crescita del mondo fintech, il BNPL presenta specificità e vantaggi interessanti, ma anche potenziali aspetti di criticità....
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito al credito 2022
L'evento annuale promosso da ABI, organizzato in collaborazione con Assofin, dedicato al credito alle...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
La gestione dei rischi finanziari e climatici. L’esperienza in una banca centrale
Bancaria Editrice ha appena pubblicato il volume “La gestione dei rischi finanziari e climatici....
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Gestione del credito: la parola d’ordine è “anticipare”
Alessia Garbella, Partner, Head of Credit Intelligence Optimization & Strategy Prometeia
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario