Banner Pubblicitario
30 Giugno 2022 / 22:38
L’importanza dei dati ESG nei processi bancari

 
ESG

L’importanza dei dati ESG nei processi bancari

18 Gennaio 2022
La funzione di Data Quality Control risulta sempre più fondamentale per la gestione delle informazioni, fattore ormai strategico nella definizione del business. L’analisi di Avantage Reply
«Nei prossimi anni i dati ESG costituiranno un fattore centrale in tutti i processi bancari, a partire dalla definizione della strategia di business sino alla disclosure regolamentare, attraverso sia la gestione degli asset attivi (portafoglio bancario e di trading) e passivi (per esempio, tipologia di bond emessi: traditional, green, Sustainable Linked, etc.), sia la gestione dei rischi finanziari che non finanziari». È un quadro d’azione molto ampio quello descritto da Matteo Riccardo Oldani, manager di Avantage Reply, azienda che grazie alle sue competenze di contesto e tecnologiche si conferma essere un partner strategico per il settore bancario e finanziario nel processo di trasformazione verso un modello di business ESG compliant.
La peculiarità di questi nuovi dati richiede che la funzione di Data Quality Control, supportata da sistemi di Business Intelligence, sia centrale per verificare l’adeguatezza e la consistenza dei dati ESG e poter sfruttare le informazioni sulla sostenibilità come asset strategico aziendale.
«Una prima evidenza, seppure secondo un modello semplificato, si avrà già nel corso di quest’anno, a partire dai dati ambientali (Climate) per effetto degli Stress Test richiesti dalla Banca Centrale Europea», prosegue Oldani, «tuttavia, nei prossimi anni assumeranno un ruolo centrale anche i dati legati ai fattori Sociali ed alla componente Governance; quest’ultima, a livello documentale, risulta già centrale sia in molte analisi di rating sia in diversi processi di investimento da parte di fondi tematici.
Pertanto, secondo il manager, i dati ESG saranno sempre più centrali per poter prendere decisioni strategiche, basate sui dati concreti e minimizzare il rischio di fornire, tramite la disclosure obbligatoria, una comunicazione che possa avere impatti negativi sia sulla reputazione sia sul business della banca.
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
ALTRI ARTICOLI

 
Scenari

Smart city: 10 miliardi per il salto di qualità

Quasi un comune italiano su tre ha avviato almeno un progetto di digitalizzazione delle infrastrutture urbane nell’ultimo triennio. E una spinta...

 
Banca

Tra rischi e nuove sfide, è il momento delle scelte

Regole e mercato in un contesto in bilico tra emergenze e trasformazione. E nuove sfide che chiamano a decisioni strategiche anche innovative. I temi...

 
Credito

Buy Now Pay Later, la rivoluzione nel mondo dello shopping

Tra le aree più in crescita del mondo fintech, il BNPL presenta specificità e vantaggi interessanti, ma anche potenziali aspetti di criticità....
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito al credito 2022
L'evento annuale promosso da ABI, organizzato in collaborazione con Assofin, dedicato al credito alle...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
La gestione dei rischi finanziari e climatici. L’esperienza in una banca centrale
Bancaria Editrice ha appena pubblicato il volume “La gestione dei rischi finanziari e climatici....
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Gestione del credito: la parola d’ordine è “anticipare”
Alessia Garbella, Partner, Head of Credit Intelligence Optimization & Strategy Prometeia
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario