Banner Pubblicitario
19 Maggio 2022 / 08:56
Banner Pubblicitario
 
Con l’emergenza Covid italiani più attenti all’ambiente

 
Scenari

Con l’emergenza Covid italiani più attenti all’ambiente

di Mattia Schieppati - 20 Aprile 2021
Da una ricerca Mastercard emerge l’accresciuta sensibilità ai temi della sostenibilità e del consumo responsabile. A guidare il trend è la Generazione Z: 7 giovani su 10 consapevoli della necessità di fare scelte di consumo che non pregiudichino il futuro
Paradossalmente, la riduzione forzata della vita all’aria aperta ha fatto crescere la sensibilità verso la natura e gli ambienti naturali che stanno fuori dai nostri lockdown. Una sorta di desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l'ambiente adottando comportamenti di consumo più responsabili. È il trend che emerge in maniera netta dalla ricerca effettuata da Mastercard a livello globale sui temi della sostenibilità, all’interno dell’iniziativa Priceless Planet Coalition, la piattaforma dedicata alla sostenibilità lanciata da Mastercard che ha coinvolto coalizione globale di oltre 50 aziende con il comune obiettivo di  salvaguardare il pianeta attraverso la piantumazione di 100 milioni di alberi in cinque anni (vedi qui: www.PricelessPlanet.org.
Secondo la ricerca, oltre la metà degli italiani (64% vs il 48% degli europei) considera oggi estremamente importante ridurre l’impatto dei propri consumi sull’ambiente rispetto all’inizio della pandemia. Infatti, il 56% degli italiani (vs il 52% degli europei) afferma di aver acquisito maggiore consapevolezza sull’impatto ambientale delle proprie azioni post-pandemia. In questo contesto si distingue la Generazione Z, i nati tra la metà degli anni 90 e il 2010, in prima fila per promuovere il cambiamento, con 7 giovani su 10 che dichiarano di essere sempre più coscienti dell’importanza di intraprendere scelte sostenibili (73% vs 58% degli europei). Questa maggiore attenzione per l’ambiente si concretizza in una crescente tendenza verso modelli di spesa e di consumo più consapevoli e una crescente volontà da parte degli italiani di cambiare le proprie abitudini d’acquisto per un impatto positivo sul pianeta.   
Durante l’ultimo anno come conseguenza della diffusione del Covid-19 sono cambianti i comportamenti degli italiani: il 72% ritiene che sia fondamentale l’impegno delle imprese a favore della sostenibilità (vs il 58% degli europei), con la percentuale che sale all’82% quando è coinvolta la Generazione Z, che si fa promotrice di questo grande cambiamento. Almeno la metà della popolazione italiana (45%) ha ammesso che le nuove abitudini di acquisto sono state improntate ad una minore impulsività. Un altro aspetto interessante riguarda la popolazione italiana femminile, più attenta alle tematiche di sostenibilità rispetto all’altro sesso (77% vs il 67% degli uomini).
Tra gli italiani intervistati sono inoltre emerse alcune nuove abitudini che li hanno avvicinati all’ambiente e al benessere nel corso del 2020. Il 41% ha ammesso di camminare di più e fare più esercizio, riducendo l’utilizzo della macchina. Mentre un italiano su cinque (18%) ha dichiarato di aver prestato più attenzione rispetto al passato alla raccolta dei rifiuti per supportare la propria comunità.
Anche guardando al 2021 e ai buoni propositi che possano supportare l’ambiente, gli italiani hanno dichiarato di voler riciclare di più (52%), fermarsi per apprezzare e godersi la natura(42%), e di preferire di non consumare più prodotti commercializzati da brand che non intraprenderanno azioni di miglioramento sostenibile (32%).
Inoltre, la ricerca Mastercard delinea le aree in cui gli italiani si aspettano che le imprese pongano maggiore enfasi. Al primo posto, per il 43% dei nostri connazionali, la necessità di ridurre l'inquinamento dell'aria e dell'acqua, seguita dal bisogno di affrontare il problema dell'inquinamento da plastica negli imballaggi e nei prodotti (41%), offrire prodotti più sostenibili e dal lungo ciclo di vita (32%) e ridurre l’impatto ambientale dei propri consumi per mitigare il cambiamento climatico (33%).
In primo piano
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
ESG in banking: sostenibilità è sviluppo
Il 13 e 14 dicembre la prima edizione dell'evento annuale promosso dall’ABI sulla trasformazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Gli Innovation Workshop on demand
Guarda gratuitamente tutti gli appuntamenti organizzati con i nostri Partner 
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario