Banner Pubblicitario
05 Aprile 2020 / 19:05
Banner Pubblicitario
 
UniCredit - Esselunga, accordo per sostenere i fornitori

 
Credito

UniCredit - Esselunga, accordo per sostenere i fornitori

di Flavio Padovan - 7 Marzo 2020
A disposizione 530 milioni di euro per le anticipazioni di pagamento dei crediti commerciali delle imprese fornitrici
L'impatto economico del Coronavirus va contenuto, mettendo in campo tutte le soluzioni per mantenere vivo il tessuto imprenditoriale. Va in questa direzione il nuovo accordo tra UniCredit ed Esselunga che hanno deciso di rafforzare l'intesa già operativa da qualche anno per anticipare ai fornitori della filiera le somme loro dovute, alleviando la tensione finanziaria. UniCredit Factoring ha così potenziato fino a 530 milioni di euro il plafond per smobilizzare i crediti prima dei termini di pagamento contrattuali, nonché di semplificare la contabilità incassi/pagamenti per tutti gli attori coinvolti attraverso una piattaforma informatica dedicata.
“Attraverso la stretta collaborazione con Esselunga - sottolinea Alfredo Maria De Falco (nella foto a destra), Deputy Head of CIB e Head of CIB Italy - abbiamo ulteriormente rafforzato una soluzione finanziaria integrata che comporta immediati vantaggi per l’intera filiera dei suoi numerosi fornitori – imprese che spesso rappresentano il meglio dell’Italia che produce, in un settore di particolare rilievo, quale quello agroalimentare. UniCredit dimostra ancora una volta il proprio impegno a supporto delle economie reali dove opera, a maggior ragione in un momento di difficoltà e forte incertezza come quello attuale”.
Per Stefano Ciolli, CFO di Esselunga, l'iniziativa con UniCredit “è un ulteriore rafforzamento di un importante accordo di filiera che conferma la volontà di coinvolgere i fornitori del Gruppo in una partnership con l’obiettivo di supportarli ancora di più in questo momento di forte difficoltà che ci troviamo a dover affrontare come sistema Paese. Esselunga ha sempre considerato prioritario il rispetto delle scadenze di pagamento e con il rafforzamento di questo accordo intende consentire l’accesso ad un numero ancora maggiore di fornitori della filiera agroalimentare che avranno la possibilità di incassare i crediti prima della scadenza contrattuale a condizioni particolarmente favorevoli”.

Gli interventi per limitare la crisi

Quella con UniCredit è una delle molte iniziative lanciate da Esselunga per offrire il proprio contributo nell’emergenza coronavirus che l’intero Paese sta affrontando. Ad esempio, è stata effettuata una donazione di 2,5 milioni di euro a favore degli ospedali e degli istituti impegnati in prima linea nell’assistenza dei pazienti e nella ricerca scientifica. I destinatari sono l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, la Fondazione IRCCS San Matteo di Pavia, l’Ospedale Luigi Sacco di Milano, l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza, la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico.
Fino a Pasqua, inoltre, sarà azzerato per tutti gli over 65 anni il contributo di consegna della spesa a domicilio, sia per gli acquisti tramite e-commerce sia per quelle dai negozi all’abitazione, in tutte le zone dove Esselunga è presente con il servizio
“Non possiamo stare fermi a guardare la difficoltà e preoccupazione generale causata dalla diffusione del Covid-19. Ognuno deve fare la sua parte. Esselunga che ha sempre cercato di essere vicina ai territori in cui è presente - commenta il Ceo Sami Kahale - vuole confermare concretamente il proprio impegno. Vogliamo ringraziare medici, personale sanitario e ricercatori impegnati nel servizio alla Comunità, i nostri collaboratori che nei negozi stanno lavorando instancabilmente e allo stesso tempo offrire un aiuto tangibile alle persone più anziane così come ai nostri fornitori, in non pochi casi piccole e medie imprese del territorio”.
Sempre più numerose anche le iniziative del mondo bancario e finanziario, che fin da subito è sceso in campo per sostenere concretamente famiglie e imprese in questo difficile momento con un ampio ventaglio di interventi diffusi sul territorio. Una risposta pronta che ha avuto anche lo stimolo e il sostegno da parte dell'Abi, che ha richiesto parallelamente misure urgenti alle autorità europee e italiane per favorire le imprese nei rapporti con le banche (leggi qui la notizia).
 
 
 
In primo piano
Innovazione per i clienti e per il Paese
Intesa Sanpaolo punta con decisione su innovazione e tecnologie. Sia internamente, per rispondere alle nuove...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Fintech, sviluppo a rischio senza educazione finanziaria
Giovanna Boggio Robutti (Feduf): è necessaria una maggiore consapevolezza finanziaria per alimentare una...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario