Banner Pubblicitario
16 Luglio 2024 / 00:47
 
Sia, un 2017 in forte crescita

 
Pagamenti

Sia, un 2017 in forte crescita

di Flavio Padovan - 14 Marzo 2018
Positivi non solo i risultati economici, con i ricavi totali in aumento del 21,1% a 567,2 milioni di euro, ma anche quelli di business. Balzo significativo delle operazioni con carte (+41,1%) grazie all'acquisizione del ramo monetica di Ubis
Il 2017 è stato un anno molto positivo per Sia. Il gruppo guidato dall'AD Massimo Arrighetti (nella foto) ha infatti registrato risultati economici ed operativi in forte crescita, grazie anche – ma non solo – alle acquisizioni di P4cards e PforCards, l'ex ramo monetica di Unicredit Business Integrated Solutions (UBIS), portate a termine nello scorso esercizio per un valore di 500 milioni di euro. Un'operazione strategica importante il cui impatto risulta evidente scorrendo i dati analitici relativi al business, ad esempio nel balzo del 41,1% del numero di operazioni con carte registrato da Sia. E nuovi sviluppi per linee esterne sembrano essere in agenda anche per quest'anno.
A confermarlo è lo stesso Arrighetti, nel suo commento al bilancio. Dopo aver evidenziato come i risultati del 2017 dimostrino "l'efficacia della strategia di crescita e internazionalizzazione perseguita in questi anni che ha permesso a Sia di affermarsi nell'ambito dei pagamenti digitali anche in condizioni di mercato molto competitive", l'amministratore delegato di Sia sottolinea che il gruppo proseguirà "questo percorso attraverso lo sviluppo organico del business in Italia e all'estero e la ricerca di operazioni straordinarie coerenti con le nostre prospettive di crescita". L'obiettivo, conclude Arrighetti, "rimane quello di creare l'infrastruttura hi-tech dei pagamenti europei con servizi innovativi, affidabili e sicuri".
Dalle carte il 57% dei ricavi
Andando ad analizzare i dati economici, spicca la crescita del 21,1% dei ricavi totali, saliti a 567,2 milioni di euro. Il segmento Cards costituisce il 57% dei ricavi (lo scorso anno rappresentava il 51%), i Payments il 23% e gli Institutional Services il 20%.
L'utile netto si attesta a 80,1 milioni di euro, in crescita di 9,7 milioni di euro (+13,8%). Forte aumento anche per gli investimenti operativi, passati da 21,9 milioni di euro del 2016 ai 67,7 milioni di euro dello scorso anno (+209,1%). Restano nella fascia alta delle medie di mercato i principali indici economici-patrimoniali consolidati: il Roe si è attestato al 29,5% (nel 2016 era al 29,8%), mentre il Roi è arrivato al 16,7% (contro il 16,6% dell'anno precedente).
Crescono tutte le operazioni gestite e il traffico sulla rete
Nel 2017 il Gruppo Sia ha gestito complessivamente il clearing di 13,1 miliardi di transazioni (+7% rispetto al 2016), 6,1 miliardi di operazioni con carte (+41,1%) e 3,3 miliardi di operazioni di pagamento (+7,1%) relative a bonifici e incassi.
Sui mercati finanziari il numero delle transazioni di trading e post-trading è salito a 56,2 miliardi dai 47,4 miliardi del 2016, con un incremento del 18,8%.
Sia ha gestito un traffico di oltre 784 terabyte di dati, in aumento del 19,8% rispetto al 2016, sui 174 mila chilometri della rete SIAnet, con una totale disponibilità dell'infrastruttura e livelli di servizio del 100%.
Cards: transazioni in aumento del 41,1%
Come era facile attendersi, l'acquisizione del ramo monetica di Ubis ha avuto un impatto significativo sui numeri gestiti da Sia in ambito Cards. Le transazioni di issuing e acquiring gestite sono passate dai 4,3 miliardi del 2016 ai 6,1 miliardi dell'anno scorso: un aumento del 41,1% a cui ha contribuito anche l'incremento delle transazioni dei circuiti di debito internazionali Maestro e Visa Electron/Vpay (+23%).
In crescita l'operatività con carte di credito (+10,7%), prepagate (+8,2%) e le operazioni di prelievo su ATM e di acquisto su POS (+1,5%) effettuate con carte di debito dei circuiti nazionali Bancomat e PagoBancomat.
Nel 2017 SIA è arrivata a gestire un portafoglio di 73 milioni di carte di pagamento (+11%) e circa 928.000 esercenti (+25%).
c'è l'abilitazione ai pagamenti via mobile degli utenti Alipay sull'infrastruttura tecnologica Sia e l'espansione sul mercato estero, soprattutto in Germania. In questo Paese Sia è stata selezionata da Intercard per consentire i pagamenti con carte emesse da quattro circuiti internazionali - Diners Club International, Discover, JCB e UnionPay- e dalla fintech solarisBank per supportare il lancio di nuove carte di debito contactless e contribuire allo sviluppo di soluzioni di pagamento elettronico sul mercato tedesco.
Al via i bonifici istantanei
Nel 2017, Sia ha registrato nel segmento Payments un ulteriore incremento delle transazioni elettroniche (+7,1%) che hanno raggiunto i 3,3 miliardi, dovuto principalmente al forte sviluppo dei servizi di Mobile Payments (+53,7%) e di Payment Factory (+10,1%), assieme ai maggiori volumi dei servizi di Gateway (+17,1%).
Sia è stata protagonista dell'avvio dell'era dei bonifici istantanei in Europa: ha infatti realizzato la piattaforma RT1 di EBA Clearing diventata operativa il 21 novembre in concomitanza con l'avvio dello schema SEPA Instant Credit Transfer (bonifico con accredito immediato e irrevocabile) dello European Payments Council (EPC). Inoltre, ha lanciato Sia EasyWay, la piattaforma digitale che consente a banche e altri Payment Service Provider (PSP) di gestire a livello europeo i pagamenti istantanei disponibili sull'infrastruttura RT1 e tutti gli altri strumenti di pagamento e incasso SEPA.
È proseguito lo sviluppo dei progetti di mobile payment focalizzato principalmente su Jiffy: il servizio sviluppato da SIA per inviare e ricevere denaro tra privati ed effettuare pagamenti in tempo reale dallo smartphone ha registrato l'adesione di ulteriori banche italiane per un totale di oltre 130 a fine dicembre, con un numero di utenti che ha raggiunto quota 4,5 milioni circa.
Jiffy si conferma il servizio leader di mobile payment nell'Eurozona, integrato con il conto corrente, per numero di utenti registrati e banche aderenti. Nel 2017, ha esteso la sua rete di accettazione ed è sbarcato anche nei negozi, grazie al convenzionamento da parte di Intesa Sanpaolo di circa 600 esercenti (vedi qui il servizio video realizzato da Bancaforte).
Un'ulteriore e importante novità riguarda due applicazioni mobile sviluppate da Sia per facilitare e velocizzare la diffusione del servizio: una per il mondo retail – che consente agli utenti privati di pagare, trasferire e richiedere denaro – l'altra "Jiffy Business" destinata agli esercenti – che permette di incassare i pagamenti nella modalità "app-to-app". Da segnalare anche l'accordo con Poste Italiane per la nuova app "Extra Sconti", che consente ai titolari di carte di debito e carte Postepay di risparmiare facendo la spesa.
Relativamente all'evoluzione e all'innovazione dei servizi, anche grazie a tecnologie emergenti, SIA ha progettato e realizzato "SIAchain", una nuova piattaforma per supportare Istituzioni Finanziarie, corporate e Pubbliche Amministrazioni nello sviluppo e implementazione, in modalità sicura e protetta, di applicazioni innovative basate sulla blockchain. SIAchain è anche alla base della partnership strategica avviata con R3 (leggi qui la notizia) che permetterà di accelerare lo sviluppo e l'adozione a livello globale di applicazioni basate su tecnologia blockchain.
Institutional Services, prosegue il trend di sviluppo
Positivo l'andamento nel 2017 anche per le transazioni gestite nel segmento Institutional Services che hanno raggiunto i 13,1 miliardi (+7%).
In aumento i volumi gestiti da STEP2: rispetto al 2016, i bonifici (Sepa Credit Transfer) sono cresciuti del 5%, mentre gli incassi (Sepa Direct Debit) hanno registrato un +8%. Sia ha garantito livelli di servizio di eccellenza, raggiungendo per il quinto anno consecutivo il 100% di disponibilità ad EBA Clearing e alle banche aderenti.
Oltre all'avvio dell'operatività di RT1 di cui abbiamo già parlato, Sia ha arricchito il portafoglio di offerta di soluzioni per la gestione dei bonifici istantanei integrati con gli RTGS. Da segnalare che Sia è stata selezionata dalla Banca Centrale d'Islanda (CBI) per sviluppare il nuovo sistema di regolamento delle operazioni di importo rilevante in tempo reale e la nuova piattaforma di Instant Payments.
Infine, è proseguito il rafforzamento del "Financial Ring" di Sia che consente agli intermediari finanziari di accedere, attraverso un'unica infrastruttura di rete ad alta velocità e bassa latenza, alle principali Borse internazionali utilizzando gli hub di Milano, Londra, Francoforte, Budapest e New York. A fine 2017, erano collegate 44 trading venues operanti in Europa e Stati Uniti (+42% rispetto al 2016) e 574 clienti.
Per approfondire il 2017 di Sia, potete rivedere le videointerviste rilasciate a Bancaforte in occasione del Salone dei Pagamenti dall'AD Massimo Arrighetti (vedi qui "Le strategie di crescita di Sia"), dal Senior Vice President e Deputy CEO Nicola Cordone (vedi qui "Pagamenti mobile alla conquista del mercato"), dall'Head of Innovation Nicolò Romani (vedi qui "Blockchain e PSD2, nuove sfide per le banche") e dall'Head of Service Line Jiffy Marco Polissi (vedi qui "Jiffy, dopo i negozi anche i pagamenti "instant" e alla PA").
Jiffy, dopo i negozi anche i pagamenti "instant" e alla PA
Vai alla sezione In primo piano
CIRCOLARI 2024
Supervision, Risks & Profitability 2024
Supervision, Risks & Profitability è l’evento annuale promosso da ABI in collaborazione con DIPO dedicato...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banche e Sicurezza 2024
Banche e Sicurezza è l’evento annuale promosso da ABI, in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
è cultura! Una emozione per tutti
Sarà un’edizione all’insegna delle emozioni che la cultura suscita quella del Festival è cultura! che si...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario