Banner Pubblicitario
16 Gennaio 2022 / 18:22
 
Sella, tutti i conti sotto controllo. Anche quelli di altre banche

 
Fintech

Sella, tutti i conti sotto controllo. Anche quelli di altre banche

di Flavio Padovan - 28 Febbraio 2020
Lanciato un aggregatore che consente, tramite app o internet banking, di verificare saldo e movimenti dei conti correnti anche presso più banche. A breve sarà possibile anche effettuare bonifici
Banca Sella spinge sull'open banking. Non quello della compliance, ma quello concreto, che ha impatti diretti sui clienti. E lo fa lanciando uno dei servizi iconici della nuova era, l'aggregatore di conti correnti, che consente di avere puntuale consapevolezza della propria situazione finanziaria con una visione su tutte le proprie banche.
Con l'account aggregation, che sarà operativo a partire dai prossimi giorni, non sarà più necessario passare da un'app all'altra per conoscere la situazione dei conti correnti di cui si è titolari in banche differenti, ma sarà sufficiente accedere all'app o all'internet banking di Banca Sella per avere il quadro completo. Non solo: a breve – annuncia Sella in una nota – un'ulteriore evoluzione consentirà di fare operazioni come i bonifici da tutti i conti aggregati.
Attivare il servizio è semplice: una volta entrati nel proprio conto corrente tramite app o internet banking, basterà cliccare sulla voce del menu relativa all'aggregazione dei conti. In questo modo sarà possibile avere un unico punto d’accesso alle proprie finanze, consultando il saldo complessivo o dei singoli conti, la lista dei movimenti e suddividere in categorie le entrate e le uscite in modo da organizzare al meglio la gestione del proprio denaro.
L’account aggregator facilita, spiega Banca Sella, la gestione quotidiana delle spese e dei risparmi aiutando i clienti ad avere una piena consapevolezza e una visione di insieme delle proprie risorse finanziarie, il tutto nel rispetto degli standard di sicurezza richiesti dalla direttiva europea Psd2.
Con questo nuovo servizio Banca Sella prosegue la propria trasformazione in open banking. Attualmente, infatti, la banca mette a disposizione dei clienti 190 Api (Application Programming Interface) che hanno generato circa 6 milioni di call nell’ultimo mese del 2019, in crescita di 4 volte in un anno. L’account aggregator si inserisce in un catalogo di prodotti che riguarda i servizi di cash account, di onboarding, di card management, di prepaid card management, di financial advisory e di payments.
 
In primo piano
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
ESG in banking: sostenibilità è sviluppo
Il 13 e 14 dicembre la prima edizione dell'evento annuale promosso dall’ABI sulla trasformazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Wealth Management Forum 2021
La prima edizione del Wealth Management Forum è stata un momento di confronto tra i diversi operatori del...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Gli Innovation Workshop on demand
Guarda gratuitamente tutti gli appuntamenti organizzati con i nostri Partner 
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una nuova e qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario