Banner Pubblicitario
28 Maggio 2022 / 08:15
 
Piano Italia Cashless: più incentivi per ridurre il tax gap

 
Pagamenti

Piano Italia Cashless: più incentivi per ridurre il tax gap

di Emanuele Lancia - 26 Aprile 2021
Il Governo presenta il piano che si muoverà su due fronti: quello normativo, per rafforzare l’e-payment obbligatorio, e quello incentivante attraverso lotterie, riduzione del peso fiscale e diminuzione delle commissioni. Obiettivo: combattere l’evasione
Nel Def il Governo indica la via per combattere l’omessa fattura e quindi l’evasione. Si tratta di un nuovo patto con i contribuenti, una logica win-win di cui i pagamenti elettronici costituiscono la chiave. Pagamenti che saranno agevolati anche riducendo fortemente i costi delle transazioni.Attraverso un rafforzamento delle azioni di policy e un efficientamento delle performance dell’Amministrazione finanziaria si punta a ridurre drasticamente l’evasione fiscale che costituisce uno degli ostacoli principali alla crescita del Paese. L’azione sarà sostenuta anche dal fatto che l’approvazione da parte della Commissione Europea del PNRR “è subordinata” all’adozione di riforme strutturali, in linea con le Raccomandazioni approvate dal Consiglio.
E per l’Italia la prima Raccomandazione è proprio sulla politica fiscale e prevede di “contrastare l’evasione fiscale, in particolare nella forma dell’omessa fatturazione, potenziando i pagamenti elettronici obbligatori anche mediante un abbassamento dei limiti legali per i pagamenti in contanti”.
Per contrastare l’omessa fatturazione e, quindi, la cosiddetta “evasione con consenso”, appare necessario incentivare l’emersione di base imponibile attraverso un “contrasto di interessi” tra la parte acquirente e la parte venditrice. L’acquirente sarà quindi incentivato a richiedere la fattura, la ricevuta fiscale o lo scontrino al venditore in presenza di appropriati benefici in grado di stimolare l’emersione di base imponibile.
Il Piano Italia Cashless ha introdotto un doppio meccanismo, uno che agisce in modo probabilistico, premiando comportamenti corretti con strumenti come la lotteria degli scontrini. L’altro, più strutturale, che promette la “restituzione ai contribuenti onesti” delle risorse ottenute attraverso il miglioramento della tax compliance.
Per raggiungere quest’ultimo obiettivo la Legge di Bilancio ha istituito un nuovo “Fondo” speciale che verrà alimentato con le (eventuali) entrate generate dal miglioramento dell’adempimento spontaneo dei contribuenti e che potrà essere destinato al finanziamento di interventi di riduzione della pressione fiscale. L'intento è dare evidenza a una connessione diretta tra recupero di entrate derivante dal contrasto all’evasione e la diminuzione del carico fiscale.
In primo piano
INGENICO 2022_Banner Medium
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito al credito 2022
L'evento annuale promosso da ABI, organizzato in collaborazione con Assofin, dedicato al credito alle...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Cloud nuova frontiera per il contact center
31 maggio ore 11 - Diretta streaming gratuita del workshop organizzato con Genesys
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario