Banner Pubblicitario
16 Gennaio 2022 / 18:31
 
BCP, 800 alberi per il Parco nazionale del Vesuvio

 
Banca

BCP, 800 alberi per il Parco nazionale del Vesuvio

di Flavio Padovan - 14 Gennaio 2022
L’intervento, realizzato in collaborazione con Arca Fondi, permetterà di far rivivere le aree boschive distrutte dagli incendi del 2017. Delle Femine (Banca di Credito Popolare: la tutela ambientale è un aspetto centrale della responsabilità sociale di ogni impresa
Sulle pendici del Vesuvio torneranno i boschi distrutti dagli incendi del 2017. Banca di Credito Popolare ha annunciato la piantumazione di 800 alberi in due aree della Riserva naturale Tirone Alto Vesuvio.
L’intervento, che consentirà di ripristinare l’equilibrio boschivo andato perso a causa delle fiamme che hanno colpito il parco, è realizzato in collaborazione con Arca Fondi Sgr, con cui BCP condivide l’attenzione ai temi della sostenibilità.
“Si tratta di un primo passo importante che ci rende attivamente partecipi nel mondo della sostenibilità",spiega Simone Bini Smaghi, VDG e Responsabile Direzione Commerciale di Arca Fondi SGR. "Come soggetto finanziario che investe sul territorio- continua - crediamo nelle iniziative di impact investing, soprattutto quando permettono di restituire dignità a luoghi significativi per le comunità locali”.
L’intervento di piantumazione di alberi autocnoni del Vesuvio è stato possibile grazie ad Arca Oxygen Plus, il fondo bilanciato che investe in azioni e obbligazioni di società che riducono le emissioni di CO2, tra gli strumenti che consentono ai clienti di contribuire in forma concreta al miglioramento ambientale, sociale e di governance.
“Come banca di riferimento sul territorio dove operiamo da oltre 130 anni, e con la consapevolezza dell’importante ruolo sociale che siamo chiamati a svolgere, poniamo la massima attenzione al tema della sostenibilità, sia al nostro interno con l’adozione di processi volti alla gestione responsabile dell’energia e delle risorse naturali, sia all’esterno strutturando e promuovendo iniziative che sensibilizzino alla salvaguardia dell’ambiente”, dichiara Felice Delle Femine, direttore generale della Banca di Credito Popolare.
“Tutte le iniziative – sottolinea Delle Femine - rientrano in un più ampio progetto che la nostra banca, consapevole che la tutela ambientale costituisca un aspetto basilare della responsabilità sociale di ogni impresa, porta avanti con l’obiettivo di rafforzare un percorso di sviluppo sostenibile sul territorio”.
In primo piano
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
ESG in banking: sostenibilità è sviluppo
Il 13 e 14 dicembre la prima edizione dell'evento annuale promosso dall’ABI sulla trasformazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Wealth Management Forum 2021
La prima edizione del Wealth Management Forum è stata un momento di confronto tra i diversi operatori del...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Gli Innovation Workshop on demand
Guarda gratuitamente tutti gli appuntamenti organizzati con i nostri Partner 
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una nuova e qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario