Banner Pubblicitario
05 Aprile 2020 / 18:07
Banner Pubblicitario
 
Arriva Tifo, l'app per lo sport (e per pagare)

 
Pagamenti

Arriva Tifo, l'app per lo sport (e per pagare)

di Giovanni Lefosse - 5 Dicembre 2019
Nasce Tifo, piattaforma pensata per il mondo dello sport dilettantistico, che punta a rendere lo smartphone un supporto a disposizione di sportivi, associazioni, club. Per pagare le quote, gestire il calendario, acquistare prodotti, fare crowdfunding …
Un’app “tutto-in-uno” al fianco dello sportivo, ma anche delle associazioni, dei club e delle federazioni. È Tifo, l’app per chi pratica sport che offre una serie di servizi, come le convocazioni del proprio allenatore, inviti a eventi del club, possibilità di pagare la quota per l’attività sportiva, oppure acquistare prodotti sportivi o contribuire a un crowdfunding. Uno strumento rapido e moderno per club e allenatori per raggiungere i propri iscritti, organizzare al meglio gli appuntamenti e raccogliere i pagamenti. Anche le Federazioni sportive e gli Enti di promozione potranno raggiungere, tramite l’app, milioni di sportivi, profilati in base all’età, sesso, sport praticato e appartenenza geografica.
I passaggi per effettuare transazioni con Tifo sono semplici e immediati: al momento dell’iscrizione ogni utente,  che sia un club o uno sportivo, sarà automaticamente proprietario, gratuitamente, di un wallet, con un proprio Iban e una carta di pagamento collegata. Coniugando funzionalità organizzative e la tecnologia del mobile payment, Tifo consentirà agli utenti di inviare denaro e pagare direttamente dal proprio smartphone.
Punto di forza è la funzionalità dei gruppi, ovvero la possibilità che ha ogni utente di creare dei propri gruppi di familiari, amici, colleghi o compagni di scuola e di squadra, per interagire rapidamente, creare eventi, condividere informazioni, foto, video e documenti e soprattutto scambiare denaro in modo del tutto gratuito. Sarà anche possibile creare personali campagne di raccolta fondi (crowdfunding) con commissioni contenute.
Tifo sarà disponibile dal prossimo anno e la sua roadmap è caratterizzata da due importanti appuntamenti: gennaio 2020 – quando partirà il beta test su una selezione di alcuni club italiani – e aprile 2020, quando sarà possibile scaricare l’app su dispositivi iOS e Android. Opererà in Italia come agent sotto iscrizione all’Acpr (French Prudential Supervision and Resolution Authority) e Bankitalia.
“Tifo si propone di semplificare l’organizzazione delle attività connesse al mondo dello sport e si fa promotrice di una società fair play fondata su eticità e responsabilità sociale, sempre più orientata ai pagamenti digitali. Abbiamo deciso di scendere in campo e uscire allo scoperto prima del rilascio della piattaforma previsto per il 2020, per dare maggiore risonanza alla piattaforma e sensibilizzare associazioni sportive, enti, istituzioni, soggetti pubblici e privati a sperimentare questa soluzione di pagamento digitale innovativa, che opera e garantisce i principi di massima trasparenza, rapidità e tracciabilità delle transazioni” ha commentato Sébastien di Mauro, fondatore e Ceo di Tifo.
In un’ottica di rapida espansione a livello nazionale, Tifo ha già siglato accordi con tre organizzazioni sportive nazionali riconosciute dal Coni, ovvero Asi (Associazioni Sportive Sociali Italiane), Msp (Movimento Sportivo Popolare) e Unione Sportiva Acli, che insieme rappresentano il 20% degli sportivi iscritti a un ente di promozione sportiva. Inoltre, a gennaio partirà il beta-test per verificare sul campo le funzionalità e valutare la user experience con la polisportiva SanPaolo Ostiense di Roma, una struttura di eccellenza che conta più di 1000 iscritti, 80% dei quali minorenni e che ospita 7 sport.
Oltre a Sébastien di Mauro, il team di Tifo è composto da Geronimo Emili, Cmo, Giovanni Procaccino, Cfo, e William Franchini, Cto.
Tra i partner che sostengono il progetto, la francese Treezor, società Fintech del gruppo Société Generale e istituto di pagamento autorizzata dall’Acpr.
In primo piano
Innovazione per i clienti e per il Paese
Intesa Sanpaolo punta con decisione su innovazione e tecnologie. Sia internamente, per rispondere alle nuove...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Fintech, sviluppo a rischio senza educazione finanziaria
Giovanna Boggio Robutti (Feduf): è necessaria una maggiore consapevolezza finanziaria per alimentare una...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario