Banner Pubblicitario
12 Aprile 2024 / 21:40
 
Tiepolo visto da vicino: restaurati e accessibili al pubblico i suoi due dipinti più grandi al mondo

 
Banche e Cultura

Tiepolo visto da vicino: restaurati e accessibili al pubblico i suoi due dipinti più grandi al mondo

di Maddalena Libertini - 2 Marzo 2023
Fino al 4 giugno, a Verolanuova, in provincia di Brescia, sarà possibile contemplare a distanza ravvicinata le due opere a olio su tela di più ampio formato di Tiepolo grazie a una apposita struttura temporanea all’interno della basilica di San Lorenzo. Un progetto nato dalla collaborazione tra pubblico e privato, promosso dalla Fondazione della Comunità Bresciana e sostenuto da BPER Banca.
Ci sono voluti 350 giorni per ripristinare l’integrità della pellicola pittorica e dei contrasti chiaroscurali dei due teleri che Giambattista Tiepolo (Venezia, 1696 - Madrid, 1770) dipinse tra il 1741 e il 1748 per la Cappella del Santissimo Sacramento in San Lorenzo nella cittadina di Verolanuova, 30 km a sud di Brescia. Un lavoro di restauro molto imponente date le ingenti dimensioni delle opere, che misurano 10 m di altezza per 5,30 di larghezza per un totale di 106 mq, e la loro travagliata storia conservativa. Per proteggerle durante la prima guerra mondiale, infatti, le tele furono arrotolate su un cilindro di legno per essere trasferite a Palazzo Venezia a Roma su indicazione di Ettore Modigliani, storico direttore della Pinacoteca di Brera e Soprintendente della Lombardia. Entrambe furono anche sottoposte a diversi restauri, spesso con esiti non felici.
Quest’ultimo e necessario intervento è stato promosso dalla Fondazione della Comunità Bresciana attraverso il Fondo Fidanza e ha liberato la materia pittorica settecentesca dalle stratificazioni successive, fermato sollevamenti e cadute, integrato le lacune in una accurata e delicata operazione in situ, consentendo anche di raccogliere importanti dati sulla tecnica del maestro veneziano.
Dal 25 febbraio al 4 giugno 2023, grazie all’iniziativa “Tiepolo a Verolanuova. A tu per tu con i due capolavori restaurati”, curata da Davide Dotti, con la collaborazione della Parrocchia di Verolanuova e il sostegno di BPER Banca, insieme a Lic Packaging e inblu, i visitatori potranno salire fino a 9 metri d’altezza su una struttura realizzata per l’occasione per ammirare da vicino la qualità e la raffinatezza delle variazioni cromatiche e luministiche delle opere.
     
Tiepolo a Verolanuova
Fu la nobile famiglia Gambara, che governò Verolanuova a partire dalla metà del Trecento per i successivi cinque secoli, a commissionare a Tiepolo i due teleri. Ai Gambara, una delle stirpi più̀ influenti del territorio bresciano, era legata la chiesa di San Lorenzo Martire, fatta erigere a partire dal 1633 nei pressi del palazzo di famiglia. Per la cappella del Santissimo Sacramento chiedono a Tiepolo di rappresentare due episodi biblici: il sacrificio di Melchisedec e la caduta della Manna, entrambi legati al tema eucaristico.
Nel primo Melchisedec, re e sacerdote di Salem, antico nome di Gerusalemme, innalza in offerta verso l’alto un piatto con il pane davanti ad Abramo inginocchiato in preghiera e vestito in abiti militari. Assistono alla scena soldati, uomini in costumi orientali, donne, bambini, musici e animali. Nel registro superiore presenziano gli angeli e Dio Padre benedicente appoggiato al globo. Il secondo ricorda il miracolo del “cibo degli angeli” che Dio manda a Mosè e al suo popolo nel deserto di Sin dopo la liberazione dalla schiavitù in Egitto. Protagonista della scena, più o meno al centro della composizione, è Mosé rivolto al cielo mentre gli angeli fanno cadere la manna sul popolo ebraico affamato che, in basso, si affretta a raccoglierla. I due dipinti hanno un impianto ascensionale impresso dalle proporzioni del campo pittorico, dall’affollamento delle figure in basso, dai personaggi principali, Mosé e Melchisedec, che guardano in alto e dallo sviluppo verticale dei tronchi degli alberi.
 
La promozione del territorio
Il restauro dei dipinti e la loro valorizzazione rientrano in un più ampio progetto di promozione turistica e culturale di Verolanuova in concomitanza con “Brescia Bergamo Capitale italiana della Cultura 2023”. Ne fanno parte il calendario di eventi “Tiepolo Scomposto”, che proseguiranno fino a fine maggio, e “La via dei Tiepolo nelle province di Brescia e Bergamo”, l’itinerario delle opere tiepolesche nelle due città e nei dintorni.
Una riscoperta del territorio e delle sue eccellenze artistiche, architettoniche e paesaggistiche che è stata resa possibile dalla sinergia tra enti pubblici e privati.
Afferma Alberta Marniga, Presidente di Fondazione della Comunità Bresciana: “La Fondazione è particolarmente orgogliosa di aver promosso questo importante intervento. Grazie alla generosità̀ del Fondo Fidanza costituito presso la nostra Fondazione, le straordinarie opere del Tiepolo possono ora essere nuovamente ammirate in tutto il loro splendore. Un progetto che è uno degli appuntamenti più attesi di Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023, il cui palinsesto coinvolge non solo i due capoluoghi, ma anche i rispettivi territori provinciali”.
“BPER Banca vuole interpretare fino in fondo il significato del termine "responsabilità di impresa" ed è convinta che sia un proprio dovere restituire alla collettività parte del valore che crea, sostenendo si famiglie ed imprese ma investendo altresì in tutti gli ambiti, tra cui quello culturale ed artistico, che incidono in modo significativo sul benessere delle persone”, ha detto Maurizio Veggio, Direttore Territoriale Lombardia Est e Triveneto di BPER Banca, ricordando che oltre alla valorizzazione della propria grande Corporate Collection attraverso la "Galleria BPER Banca" di Modena, la banca “intreccia collaborazioni di alto profilo con le istituzioni pubbliche e private dei territori in cui opera per creare un dialogo con i territori stessi e per stimolare la riflessione e la sensibilità sull'arte. Evidente quindi, in quanto nel Dna della banca, quanto sia altrettanto importante sostenere tutti quegli enti, persone, fondazioni tese a valorizzare quelle opere d'arte che hanno il diritto di essere 'viste' e che testimoniano la storia, l'arte e la bellezza delle province italiane”.
Vai alla sezione In primo piano
IMMOBILIARE.IT
D&I in Finance 2024
L'evento promosso da ABI e organizzato da ABIEventi per consolidare gli interventi svolti...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito e Finanza 2024
Credito e Finanza è l’appuntamento promosso da ABI dedicato al Credito a Famiglie e Imprese e al Mercato...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Il Salone dei Pagamenti 2023
Il Salone dei Pagamenti è il più importante appuntamento nazionale di riferimento su Pagamenti e Innovazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Sabatini (ABI): "Il mercato dei capitali in Italia è sempre più vicino alle imprese"
"Per avvicinare le imprese al mercato dei capitali, bisogna continuare a semplificare le regole e le...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario