Banner Pubblicitario
28 Maggio 2022 / 20:41
 
L’identità digitale? Non è solo SPID…

 
Sicurezza

L’identità digitale? Non è solo SPID…

di Mattia Schieppati - 19 Maggio 2021
Dopo la forte spinta data dall'iniziativa del Governo, bisogna costruire una vera cultura della digital identity. Per i cittadini e per le imprese. Un tema che sarà al centro della prossima edizione, il 16 giugno, dell'InTrust Day di Intesa.
L’identità digitale è un tema strategico, e con il Covid 19 ha subito una forte accelerazione: l'emergenza sanitaria, con l’imposizione del lockdown e le norme di distanziamento sociale che hanno spinto alla virtualizzazione di moltissime funzioni e servizi, ha segnato una vera e propria svolta nella diffusione di sistemi di identità digitale, “chiavi di accesso” che sono così entrate sempre più nella quotidianità.
Come evidenziato anche dall’ultimo report dell’Osservatorio Digital Identity del Politecnico di Milano, però, la diffusione delle identità digitali in Italia purtroppo non è coerente con l’effettivo utilizzo, che è ancora molto limitato. Segno di come, in questo ambito, l’evoluzione tecnologica debba necessariamente andare di pari passo con una più complessa evoluzione culturale, che riguarda sia gli utenti-consumatori, sia le stesse aziende. Manca ancora, infatti, una condivisione delle strategie e una direzione comune che permettano di sfruttare a pieno il potenziale.
Un contesto complesso e con tantissime implicazioni – tecnologiche, di compliance normativa, ma anche di design e di customer experience –, che sarà uno dei temi di confronto e dibattito dell’edizione 2021 di InTrust Day, l’evento annuale organizzato da Intesa (Gruppo IBM) in programma il prossimo 16 giugno in modalità phygital (scopri qui i temi dell’evento e le modalità per partecipare
IntrustDay 2021 sarà quindi l’occasione per fare il punto sulle opportunità, ancora inespresse, che questi sistemi e tecnologie possono aprire al business delle aziende. Secondo Intesa, una strada fondamentale per potenziare l’identità digitale in Italia passa attraverso la valorizzazione dei modelli esistenti, arricchendo i dati, integrando il profilo base dell’ID con altre informazioni, coinvolgendo nuovi attori nell’ecosistema dell’identità digitale in diversi ruoli e diffondendo una maggiore consapevolezza dell’utilità e della sicurezza di questi sistemi.
La chiave per arrivare a questi obiettivi è favorire produttività e collaborazione, abilitando digital workspace che permettano di dialogare agevolmente ovunque e con qualunque dispositivo
In primo piano
INGENICO 2022_Banner Medium
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito al credito 2022
L'evento annuale promosso da ABI, organizzato in collaborazione con Assofin, dedicato al credito alle...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Cloud nuova frontiera per il contact center
31 maggio ore 11 - Diretta streaming gratuita del workshop organizzato con Genesys
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario