Banner Pubblicitario
22 Maggio 2022 / 13:31
 
InfoCert e Yoroi lanciano la PEC cyber-safe

 
Sicurezza

InfoCert e Yoroi lanciano la PEC cyber-safe

di Flavio Padovan - 12 Ottobre 2021
Consente di bloccare le comunicazioni sospette prima della consegna del messaggio la nuova soluzione di posta certficata Legalmail Security Premium creata dalle due società del Gruppo Tinexta
Aumentare il livello di sicurezza della posta elettronica certificata (PEC) per fronteggiare al meglio la crescente minaccia cyber. È questo l’obiettivo di Legalmail Security Premium, la nuova soluzione che InfoCert e Yoroi, società del Gruppo Tinexta, hanno lanciato sul mercato.
Il servizio, basato sulla sandbox Yomi di Yoroi, consente di bloccare le comunicazioni sospette, intercettando e neutralizzando elementi malevoli come allegati e link prima della consegna del messaggio.
Si tratta di un salto di qualità nella protezione della PEC, un mezzo ormai entrato nell’uso quotidiano – 13 milioni le caselle attive nel primo semestre 2021, con 1 miliardo di messaggi scambiati - e per questo sempre più utilizzato per gli attacchi informatici.
“Aumentare i livelli di sicurezza della PEC è un impegno per noi inderogabile", commenta Carmine Auletta, Chief Innovation & Strategy Officer di InfoCert. Un impegno confermato anche dal recente rafforzamento di tutte le caselle Legalmail grazie alla possibilità di attivare l’autenticazione a doppio fattore o strong authentication. "Il bisogno di sicurezza - precisa Auletta - non deve però intaccare la facilità d’uso e gli elevati livelli prestazionali che contraddistinguono il prodotto Legalmail e che ne decretano il successo di mercato. La sinergia con Yoroi ci ha consentito di rispondere in pieno a questa duplice sfida, portando a una soluzione all’avanguardia che non ha eguali sul mercato e che ci permette di agire da filtro attivo e intelligente a protezione dei nostri clienti”.
Marco Ramilli, Ceo di Yoroi, sottolinea l'impatto positivo che avrà Legalmail Security Premium. “Il nostro lavoro - ricorda - è proteggere le persone in tutte le attività quotidiane. Molti attacchi ransomware verso la Sanità e le aziende cominciano cliccando su un link o un allegato malevoli. L’email è uno dei veicoli principali attraverso cui i cybercriminali cercano di entrare nella nostra casa virtuale e noi vogliamo fare tutto ciò che è possibile per impedirglielo”.
In primo piano
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
ESG in banking: sostenibilità è sviluppo
Il 13 e 14 dicembre la prima edizione dell'evento annuale promosso dall’ABI sulla trasformazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Gli Innovation Workshop on demand
Guarda gratuitamente tutti gli appuntamenti organizzati con i nostri Partner 
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario