Banner Pubblicitario
28 Febbraio 2024 / 20:17
 
Devi pagare il conto? Ci pensa Siri

 
Pagamenti

Devi pagare il conto? Ci pensa Siri

di Mattia Schieppati - 16 Settembre 2016
Secondo anticipazioni, con il prossimo aggiornamento del sistema iOs l'assistente vocale di Apple darà la possibilità di effettuare transazioni e pagamenti attraverso un semplice "comando a voce". Senza nemmeno più muovere un dito ...
«Ciao Siri, manda 20 euro al mio amico Tommaso». Nel futuro, probabilmente abbastanza prossimo, dei sistemi di gestione delle transazioni da mobile probabilmente per trasferire cifre di denaro o effettuare pagamenti non sarà più nemmeno necessario prendersi la briga di dare due colpetti di indice all'app di pagamento. Basterà comunicare a voce allo smartphone la propria intenzione, et voilà la transazione è compiuta. Si tratta di un'anticipazione uscita dalla chat-newsroom ufficiale di Apple, d'accordo, e che ha anticipato di poche ore lo sbarco sul mercato di un attesissimo iPhone7 e di tutta una nuova gamma di prodotti e servizi della Mela di Cupertino, presentati 2 giorni fa a livello mondiale (mentre un aggiornamento del sistema operativo iOs 10, con un importante upgrade proprio di Siri, verrà presentato il 13 settembre). È quindi anche possibile che questa voce faccia parte del gran battage mediatico mosso per accalappiare l'attenzione. Ma la sostanziale ufficialità della fonte fa capire che a qualcosa di concreto, in questa direzione, Tim Cook e compagnia stanno seriamente lavorando. Ovvero, all'implementazione di Siri, l'assistente digitale presente nei dispositivi iOS, di funzioni allargate anche al campo dei pagamenti e del money transfer. Non fantascienza ma realtà se si considera che tutto lo sforzo di sviluppo legato all'assistente vocale va nella direzione di integrare Siri con i sistemi di messaggistica: già oggi è possibile inviare un messaggio vocale senza nemmeno sfiorare la tastiera dello smartphone attraverso l'utilizzo combinato di Siri e WhatsApp, così come è possibile, grazie all'accordo e all'allineamento tecnologico tra Apple e LinkedIn, mandare attraverso Siri un messaggio alla propria rete di contatti del social network delle professioni. Il canale insomma esiste ed è già stato abbondantemente testato. A questo punto, far transitare parole o somme di denaro richiede solo un piccolo passo in più. Già sono attive sperimentazioni in questo senso con app di pagamento come Square Cash o Monzo, o l'autenticazione attraverso il sensore di riconoscimento TouchId, di cui sono equipaggiati i più recenti device Apple. Se si considera il gran lavoro che diversi big tecnologici stanno facendo sul fronte del riconoscimento vocale in termini di sicurezza biometrica, ecco che probabilmente non sarà più nemmeno necessario questo passaggio sulla tastiera: Siri potrebbe essere benissimo in grado di capire, da un semplice «ciao», se colui che sta parlando è il proprietario del dispositivo e quindi la persona autorizzata anche a effettuare transazioni di denaro.
Vai alla sezione In primo piano
CRISI D'IMPRESA_Banner Medium
Il Salone dei Pagamenti 2023
Il Salone dei Pagamenti è il più importante appuntamento nazionale di riferimento su Pagamenti e Innovazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Novità dal SDP 2023 - Dal butterfly effect al "CBI effect"
Un grande cambiamento può essere determinato anche da un battito di ali di una farfalla. È il "buttefly...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario