Banner Pubblicitario
05 Dicembre 2021 / 07:09
 
Depositare assegni da remoto? Ora si può

 
Pagamenti

Depositare assegni da remoto? Ora si può

di Mattia Schieppati - 4 Novembre 2021
Grazie alle semplificazioni comprese nel PNRR, è utilizzabile la soluzione I:RDC sviluppata da Panini in collaborazione con SSG, che permette di accreditare gli assegni via web senza doversi recare in filiale. Come spiega il Sales manager dell’azienda, Andreas Cipolletti
Sono passati tre anni (estate 2018) dall’approvazione della Check Image Truncation italiana, ma ora finalmente, grazie a una norma collegata alle misure straordinarie in tema di semplificazione messe in campo con il PNRR, è possibile per i clienti delle banche italiane depositare gli assegni digitalmente via web presso il proprio Istituto di riferimento, senza doversi recare in filiale o utilizzare l’apposita funzione degli ATM evoluti. «C’è voluto un po’ di tempo, ma ora ci siamo», esordisce Andreas Cipolletti, Sales Manager APac-MidEast & Italia di Panini: «Un’articolo della legge 108 del 29 luglio 2021, “Semplificazione in materia di incasso degli assegni” si occupa infatti esplicitamente di RDC, Remote Deposit Capture, ovvero dei sistemi di deposito da remoto. Un passo importante, che apre la strada a soluzioni che vanno a beneficio dei cittadini e delle imprese, oltre che avere un impatto positivo su tutta la filiera e l’industry dei pagamenti.
Dottor Cipolletti, che cosa significa poter fruire di un sistema RDC, nella pratica quotidiana degli utenti?
Significa che la banca negoziatrice, previa delega al girante per l’incasso – ovvero l’azienda cliente che deposita l’assegno ricevuto in pagamento - della facoltà di attestare la conformità della copia informatica all’originale cartaceo mediante l’utilizzo della propria firma digitale, riceverà da questi i dati e le immagini dell’assegno in modalità sicura e riservata, e potrà così avviare il processo di compensazione in anticipo rispetto alla consegna del titolo cartaceo, titolo che deve comunque essere conservato per sei mesi a norma di legge».
Accennava al fatto che i benefici di questa norma hanno un “impatto allargato”. Come?
Prima di tutto, l’impatto sulla comodità dei clienti, che possono fruire anche per questo tipo di operazione dei benefici che il digitale sta abilitando in quasi tutti gli aspetti della quotidianità. La normativa appena approvata pone fine all’estenuante attesa di numerose aziende italiane che da anni richiedono un servizio di deposito da remoto che vada a completare la vasta gamma di servizi bancari già fruibili online: un servizio in grado di rendere non più necessari gli spostamenti in filiale unicamente dedicati al deposito assegni e dunque di evitare il dispendio di tempo e risorse che questi comportano. C’è poi un vantaggio per le banche, che vedono uno snellimento dei propri processi operativi. Infine, ed è oggi un tema più che mai sensibile, c’è un impatto positivo sull’ambiente: la consegna dei titoli cartacei alle banche potrà avvenire con minore frequenza, aggregando quantitativi maggiori di assegni in ogni recapito. La sostenibilità di cui tanto si parla, infatti, passa anche da queste piccole-grandi attenzioni…
Panini sta lavorando su questo fronte fin da “tempi non sospetti”. Per voi, rappresenta una soddisfazione in più questa svolta normativa.
Come azienda cavalchiamo da anni questa prospettiva, appunto – ripeto – a beneficio di tutta la filiera. E proponiamo una possibilità di applicazione concreta grazie a I:RDC, la soluzione software che utilizza scanner intelligenti che non richiedono l’installazione di API né driver lato client.
Con questo know-how in casa, come vi state muovendo strategicamente?
Fra le partnership che stiamo sviluppando per indirizzare efficacemente il mercato RDC, è particolarmente interessante quella con Scai Solution Group, systems integrator dalla solida esperienza, che metterà a disposizione degli Istituti le proprie competenze. Questa partnership consentirà a Panini di offrire le tecnologie più all’avanguardia su tematiche quali pianificazione, creazione e gestione di ambienti virtualizzati, Cyber Security OT ed IoT e Digital Transformation. In quest’ultimo e particolare ambito,Scai Solution Group eccelle su argomenti quali la firma grafometrica avanzata, la conservazione sostitutiva (anche per la virtualizzazione degli assegni) e la creazione di progetti orientati alla remotizzazione dei frontend fisici.
In primo piano
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
Wealth Management Forum 2021
La prima edizione del Wealth Management Forum vuole essere momento di confronto tra i diversi operatori del...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Il Salone dei Pagamenti 2021
Il Salone dei Pagamenti Il Salone è l’evento di riferimento del settore, un palcoscenico autorevole e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Torriero (ABI): pagamenti digitali più semplici per favorire l’inclusione
È stata un successo l’edizione 2021 del Salone dei Pagamenti, con un’accresciuta attenzione anche a...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Lecce (Intesa Sanpaolo): i clienti vogliono pagamenti digitali trasparenti, semplici e sicuri
Oggi i pagamenti digitali sono ancora più centrali nelle strategie delle banche. Innanzitutto, spiega Andrea...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
AI per il Credito: soluzioni che funzionano. Le opportunità offerte dall’Artificial Intelligence & Machine Learning per il Credit Risk Management
Guarda gratuitamente il workshop del 16 novembre realizzato con il Partner Dedagroup Business Solutions,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una nuova e qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario