Banner Pubblicitario
29 Maggio 2022 / 07:58
 
Blockchain, crescono le adesioni a Fideiussioni digitali

 
Credito

Blockchain, crescono le adesioni a Fideiussioni digitali

di Flavio Padovan - 6 Maggio 2020
Sono ora più di 30 le realtà che partecipano al progetto nazionale promosso da Cetif, Sia e Reply per digitalizzare il processo di gestione delle fideiussioni grazie alle tecnologia DLT. Prevista tra luglio e ottobre 2020 la fase di test della piattaforma
Il mondo della finanza è sempre più protagonista nell'utilizzo della tecnologia blockchain. Dopo Spunta Banca Dlt, già operativa per 32 banche, prosegue il percorso verso la fase di test di “Fideiussioni digitali”, il progetto nazionale che punta a digitalizzare il processo di gestione delle fideiussioni grazie alla tecnologia Dlt.
Promosso da Cetif, Sia e Reply, in collaborazione con Banca d’Italia e Ivass, Fideiussioni digitali sta raccogliendo sempre più adesioni. Attualmente sono più di 30 le realtà del comparto assicurativo, bancario e finanziario, della Pubblica Amministrazione e delle imprese, nonché associazioni e istituzioni, tra cui la Guardia di Finanza, che hanno deciso di partecipare. Tra gli altri, ricorda una nota, Acquedotto Pugliese, Ance Lombardia, Anci Digitale, Anci Lombardia, Aon, Asmel, Assolombarda, Banca Mediolanum, Banca Monte dei Paschi di Siena, Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Banca Popolare di Sondrio, Banco BPM, Cattolica Assicurazioni, Cedacri, Comune di Bari, Comune di Milano, Confindustria Digitale, Consip, Hera, Iccrea Banca, InfoCamere, Innolva, Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, Reale Group, Regione Lombardia – Aria, Regione Siciliana, Roma Capitale, Terna, Vivigas energia.

Test tra luglio e ottobre

La sperimentazione ha preso ufficialmente il via ed è al momento nella fase di progettazione della soluzione da un punto di vista funzionale, legale e tecnologico. Tra luglio e ottobre 2020, al termine della fase di sviluppo, sono previsti i test della piattaforma blockchain attraverso il caricamento e la gestione di fideiussioni reali e legalmente valide.
A pieno regime, la piattaforma offrirà a garanti e beneficiari maggiore efficienza, trasparenza e certezza informativa lungo tutto il processo di gestione delle fideiussioni, con l’obiettivo primario di ridurre le potenziali frodi.
Fideiussioni Digitali viene sviluppato all’interno di una sandbox, ovvero un ambiente di sperimentazione su dati reali sotto la supervisione di un Comitato scientifico composto da Banca d’Italia, Ivass, Guardia di Finanza, Cetif, Sia, Reply e da altri aderenti all’iniziativa.
In primo piano
INGENICO 2022_Banner Medium
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito al credito 2022
L'evento annuale promosso da ABI, organizzato in collaborazione con Assofin, dedicato al credito alle...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Cloud nuova frontiera per il contact center
31 maggio ore 11 - Diretta streaming gratuita del workshop organizzato con Genesys
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario