Banner Pubblicitario
29 Febbraio 2024 / 14:21
 
Banca del Fucino al fianco dell'Opera di Roma

 
Banca

Banca del Fucino al fianco dell'Opera di Roma

di Andreina D'Attolico - 31 Maggio 2020
Firmato un accordo di collaborazione triennale per sostenere la Fondazione e promuovere la formazione di nuove generazioni di artisti in grado di rinnovare la tradizione operistica italiana
Puntare sulla cultura e l'arte nonostante l'emergenza Covid. È questa la scommessa di Banca del Fucino che ha deciso di sostenere la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma per il prossimo triennio.
Grazie all'accordo sottoscritto la banca – spiega una nota - fornirà “un importante contributo economico” alla Fondazione fino al 2022. Finanziamento che servirà anche a supportare “Fabbrica” Young Artist Program, progetto nato nel 2016 con l'obiettivo di valorizzare e formare nuove generazioni di artisti tramandando e promuovendo la tradizione operistica italiana.
“Questo accordo con un Teatro così prestigioso, polo di eccellenza culturale non solo per il nostro Paese, rientra pienamente nello spirito che ha caratterizzato l’integrazione di Igea Banca e Banca del Fucino, volta a creare un nuovo gruppo bancario di riferimento per il rilancio della Città di Roma. Tale obiettivo, infatti, si vuole perseguire, non solo attraverso iniziative di sostegno finanziario alle imprese e alle famiglie, ma anche attraverso interventi valorizzazione della migliore produzione artistica della nostra Città”, ha dichiarato Mauro Masi (nella foto), presidente di Banca del Fucino.
Per il sovraintendente Carlo Fuortes “la decisione assunta da Banca del Fucino di sostenere, in misura rilevante e continuativa, il Teatro dell’Opera di Roma – chiuso, come tutti i teatri italiani, dal 5 marzo scorso a causa della pandemia da Covid-19 - ha un evidente valore simbolico e di potenziale apripista rispetto al sistema imprenditoriale nazionale e, segnatamente, territoriale”. In questa fase di grande incertezza per tutto il settore dello spettacolo dal vivo, continua Fuortes, “Banca del Fucino compie un gesto di grande generosità e di fiducia nella nostra Fondazione. Per una banca privata, decidere di finanziare un teatro chiuso, per il quale non esiste al momento una data definita di riapertura, è davvero un comportamento virtuoso, che ci auguriamo possa essere preso a modello e imitato dalle migliori forze imprenditoriali, romane e non”.
L'intervento di Banca del Fucino risponde alla campagna di fundraising “I love Roma Opera Aperta”, che il Teatro dell’Opera di Roma ha appena lanciato sul proprio sito web istituzionale e sui canali social, proprio allo scopo di reagire alle difficoltà del momento e chiamare a raccolta quanti, aziende e privati cittadini, desiderano far sentire la loro vicinanza al Teatro.
L’erogazione liberale di Banca del Fucino beneficerà dell’agevolazione fiscale “Art Bonus”, la misura introdotta nel 2014 per favorire il mecenatismo culturale in Italia.
Vai alla sezione In primo piano
CRISI D'IMPRESA_Banner Medium
Il Salone dei Pagamenti 2023
Il Salone dei Pagamenti è il più importante appuntamento nazionale di riferimento su Pagamenti e Innovazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Novità dal SDP 2023 - Dal butterfly effect al "CBI effect"
Un grande cambiamento può essere determinato anche da un battito di ali di una farfalla. È il "buttefly...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario