Banner Pubblicitario
29 Maggio 2024 / 05:44
 
Antitrust, via libera condizionato a ISP-UBI

 
Banca

Antitrust, via libera condizionato a ISP-UBI

di Flavio Padovan - 16 Luglio 2020
Per l'autorizzazione all'Ops l'Autorità chiede la vendita di oltre 500 sportelli bancari nelle aree con più criticità per la concorrenza
Autorizzata, ma con condizioni. L'Offerta Pubblica di Scambio promossa da Intesa Sanpaolo sul capitale di Ubi Banca ha ricevuto il via libera dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ma solo con la cessione di oltre 500 sportelli bancari nelle aree dove si verranno a creare le maggiori criticità concorrenziali.
In particolare, l'Autorità presieduta da Roberto Rustichelli – spiega una nota - ha rilevato che “l’operazione di concentrazione è idonea a produrre la costituzione e/o il rafforzamento della posizione dominante di ISP in alcuni mercati locali della raccolta bancaria, degli impieghi alle famiglie consumatrici e degli impieghi alle famiglie produttrici-piccole imprese”.
Analogamente, l’Autorità ha ritenuto che “l’operazione possa costituire e/o rafforzare la posizione dominante di ISP nei mercati del risparmio amministrato, dei fondi comuni di investimento e della gestione su base individuale di patrimoni mobiliari (GPM) e in fondi (GPF), nonché nei mercati degli impieghi alle imprese di medie e grandi dimensioni e della distribuzione dei prodotti assicurativi rami vita, così da pregiudicare in modo sostanziale e durevole la concorrenza”.
Da qui la richiesta a Intesa Sanpaolo di adottare alcune misure di carattere strutturale per risolvere le preoccupazioni emerse in corso d’istruttoria riguardo ai possibili effetti anticoncorrenziali.
Le cessioni degli oltre 500 sportelli si dovranno realizzare - precisa l'Autorità in una nota - nelle aree geografiche in cui si registrano le maggiori criticità concorrenziali e saranno rivolte a uno o più operatori indipendenti in grado di disciplinare la nuova “entità post merger”.
Intesa Sanpaolo ha annunciato l'Ops il 17 febbraio. e Prevede uno scambio di 17 nuove azioni Intesa Sanpaolo ogni 10 Ubi Banca, con un premio del 28% sul prezzo di borsa della seduta precedente all’annuncio.
L'Ops di Intesa Sanpaolo è iniziata il 6 luglio e terminerà venerdì 28. Prevede uno scambio di 17 nuove azioni ISP ogni 10 Ubi Banca, con un premio del 28% sul prezzo di Borsa della seduta precedente all’annuncio avvenuto il 17 febbraio. Ubi ha respinto l’offerta definendola “non concordata” e non adeguata nel valore. Intesa Sanpaolo ha stretto un accordo con Bper che prevede, nella seconda versione integrata firmata il 15 giugno, la cessione di 532 filiali rispetto alle 400-500 originariamente indicate. Un numero che sembra in linea con le richieste dell'Antitrust.
Vai alla sezione In primo piano
TASSAZIONE 2024_Banner Medium
D&I in Finance 2024
L'evento promosso da ABI e organizzato da ABIEventi per consolidare gli interventi svolti...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito e Finanza 2024
Credito e Finanza è l’appuntamento promosso da ABI dedicato al Credito a Famiglie e Imprese e al Mercato...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Il Salone dei Pagamenti 2023
Il Salone dei Pagamenti è il più importante appuntamento nazionale di riferimento su Pagamenti e Innovazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
De Laurentis (Bocconi): "Due giornate per conoscere l'evoluzione della Vigilanza, della gestione dei rischi e dei modelli di business delle banche"
"Con lo sguardo a Basilea 3+. Tra vigilanza, nuovi rischi e la sfida della competitività". Questo...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario