Banner Pubblicitario
22 Maggio 2022 / 14:11
 
Più start-up innovative, ma poche donne e giovani

 
Imprese

Più start-up innovative, ma poche donne e giovani

di Emanuele Lancia - 29 Aprile 2021
Pubblicato il rapporto MISE-Infocamere: le nuove aziende in Italia sono più di 12.000, sono soprattutto in Lombardia e solo in minima parte nascono da imprenditori under 35 o da progetti al femminile
Pubblicato il Rapporto trimestrale del Ministero per lo Sviluppo Economico, realizzato in collaborazione con Infocamere e con il sistema delle Camere di Commercio, dedicato ai trend demografici e alle performance economiche delle startup innovative.
I dati mostrano un trend decisamente positivo sull’ingresso nel mercato di nuovi attori dell’innovazione: risultano infatti iscritte nell’apposito registro 12.561 imprese. Tre startup su quattro forniscono servizi alle imprese, con prevalenza di sviluppo software, consulenza informatica e ricerca e sviluppo. Le altre appartengono al comparto manifatturiero e solo poche, il 3%, sono nel commercio.
Le start-up a prevalenza di giovani sotto i 35 anni sono relativamente poche, il 17.4% del totale, ma ciò che emerge con chiarezza è la minoranza della presenza femminile: solo il 13% delle aziende vede la maggioranza delle quote societarie e delle cariche amministrative in mano a donne. Bassa infine la presenza di aziende a compagine sociale a prevalenza straniera che sono solo il 3,7%.
Guardando i risultati economici, il volume di affari prodotto dalle nuove imprese è ancora a livelli bassi per quanto i valori di redditività delle società in utile siano particolarmente positivi. Il valore medio della produzione è infatti di poco superiore a 182,6 mila euro e, nel 2019 (dati analizzati di bilancio), la maggioranza delle società è risultata essere in perdita. Di contro, la redditività (Roi e Roe) delle start-up in utile è sensibilmente migliore di quella riportata dalle altre società di capitali, con una media di 35 centesimi di valore aggiunto per ogni euro di produzione.
Per quanto riguarda infine la distribuzione territoriale, la provincia di Milano fa la parte del leone con 2.363 imprese, il Lazio ne ospita 1.443, concentrate soprattutto a Roma, la Campania 1.115 e il Veneto con 1.034. È però il Trentino Alto Adige ad avere la concentrazione maggiore in rapporto al numero totale di imprese, ben il 5,7% di tutte le società costituite negli ultimi 5 anni risulta infatti essere una startup.
In primo piano
INGENICO 2022_Banner Medium
Banche e Sicurezza 2022
L’evento annuale, organizzato da ABI in collaborazione con ABI Lab, CERTFin e OSSIF, che racconta ed esplora...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
ESG in banking: sostenibilità è sviluppo
Il 13 e 14 dicembre la prima edizione dell'evento annuale promosso dall’ABI sulla trasformazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Gli Innovation Workshop on demand
Guarda gratuitamente tutti gli appuntamenti organizzati con i nostri Partner 
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario, finanziario e...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario