Banner Pubblicitario
28 Ottobre 2020 / 03:17
Banner Pubblicitario
 
Pagamenti internazionale, Swift lancia un nuovo servizio

 
Pagamenti

Pagamenti internazionale, Swift lancia un nuovo servizio

di Flavio Padovan - 2 Ottobre 2020
Dedicato alle transazioni di basso valore, il progetto vede coinvolti oltre 20 istituti, tra cui UniCredit e Intesa Sanpaolo. Effettuati con successo i primi pagamenti tra le banche partecipanti
Swift sta lavorando con oltre 20 banche per sviluppare un nuovo servizio per i pagamenti internazionali di basso importo. Basato su Swift gpi e sull’infrastruttura ad alta velocità proprietaria, questa nuova iniziativa consentirà ai consumatori e alle Pmi di avere tutte le informazioni sui pagamenti effettuati con costi e tempi di elaborazione già noti in anticipo e la possibilità di conoscere in tempo reale lo stato del pagamento sia per gli ordinanti che i beneficiari tramite i loro istituti finanziari.
Le prime transazioni, ha annunciato la società, sono state concluse con successo tra le banche che stanno contribuendo a sviluppare il nuovo servizio che sarà disponibile per tutti gli istituti finanziari aderenti a gpi a partire dal 2021.
Questo progetto rappresenta un nuovo step della nuova strategia di Swift, annunciata il mese scorso, per consentire transazioni facili ed istantanee conto a conto, in qualsiasi parte del mondo. Un aspetto chiave di tale strategia è aiutare gli istituti finanziari a rafforzare la loro posizione nel mercato B2B, espandendo la loro capacità di servire in modo adeguato segmenti in rapida crescita come quello delle Pmi e dei pagamenti consumer.
“Il successo di Swift gpi, servizio utilizzato da migliaia di banche e che veicola miliardi di pagamenti a livello globale – dichiara David Watson, Chief Strategy Officer di Swift - consente maggiore trasparenza e tempi di esecuzione sempre più ridotti. Ora ci offre l’opportunità di trasformare la customer experience nel mercato dei pagamenti individuali e per le PMI. Ci aspettiamo che anche la nostra nuova iniziativa gpi per i pagamenti internazionali di basso importo, venga adottata in maniera diffusa e che ci aiuti a realizzare la nostra visione di rendere i pagamenti incredibilmente semplici per tutti”.
Al lancio del nuovo servizio stanno collaborando banche di tutto il mondo. Tra le prime ad aderire UniCredit, insieme a Bank of China, Barclays, BNP Paribas, BNY Mellon, Deutsche Bank, StoneX, KEB Hana Bank, MYbank, National Australia Bank, SMBC, Standard Bank e Wells Fargo. Tra le altre sette banche che parteciperanno a una fase pilota a partire dalla fine di ottobre c'è anche Intesa Sanpaolo insieme a BBVA, DNB, HSBC, Sberbank of Russia, Societe Generale and Standard Chartered.
“Il servizio gpi di Swift per i pagamenti di basso importo si integra perfettamente con la strategia del Gruppo UniCredit che punta a semplificare i pagamenti internazionali, un obiettivo fondamentale nello scenario attuale di ripresa del commercio internazionale e della ricostruzione delle supply chain”, commenta Luca Corsini, Co-Head of Global Transaction Banking di UniCredit Group.
“Il Gruppo Intesa Sanpaolo – spiega Stefano Favale, Swift Board Member e Head of Global Transaction Banking - sostiene con convinzione l’iniziativa di Swift per i pagamenti di basso importo in quanto rappresenta il new normal per rendere i pagamenti internazionali più semplici, veloci, trasparenti, sicuri e inclusivi.”
In primo piano
Finanza decisiva per il Green Deal europeo
Secondo Carlo Luison, Partner Sustainable Innovation di BDO Italia, gli intermediari finanziari devono essere...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Approfondimenti
Cashless News, i pagamenti fanno notizia (in attesa del Salone)
Dalla collaborazione tra Il Salone dei Pagamenti e il canale televisivo Class CNBC, un tg quotidiano di...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Spunta, pronti a nuove applicazioni
«L’esperienza del progetto Spunta conta. Le banche italiane sono già operative su un’infrastruttura di...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario