Banner Pubblicitario
28 Febbraio 2020 / 01:36
Banner Pubblicitario
 
Le banche accelerano sull'innovazione 

 
Fintech

Le banche accelerano sull'innovazione 

di Andrea Pippan - 5 Febbraio 2020
Dall’analisi di ABI Lab, banche sempre più impegnate a favorire la crescita dell’innovazione tecnologica. Tra le priorità di investimento: Psd2, open banking,  infrastrutture, mobile banking, data governance, gestione e mitigazione del rischio cyber ...
Le banche in Italia accelerano sull’innovazione e tecnologia, con strategie e programmi di investimento ancora più a misura del cliente.  In merito ai settori di maggiore interesse, l’ultima rilevazione ABI Lab, il Centro di ricerca per l’innovazione e la banca promosso dall’ABI, sulle priorità Ict del mondo bancario permette di avere uno spaccato sui temi su cui si sono concentrate le iniziative delle banche italiane. Sulla scia della Psd2, e anche in relazione alle nuove opportunità che possono derivare dall’attivazione di logiche di apertura verso l’ecosistema, le iniziative in materia di Open Banking hanno rappresentato l’ambito più spesso segnalato tra le priorità di investimento.  Tra le iniziative prioritarie anche l’adeguamento delle Infrastrutture, nella direzione di assicurare che la macchina operativa della banca si mantenga efficiente e pronta a cogliere le opportunità di innovazione e il potenziamento dei canali digitali. A questi aspetti, si affiancano le iniziative di mobile banking, di data governance, l’adeguamento delle infrastrutture e la gestione e mitigazione del rischio cyber.
Priorità Ict di investimento per le banche italiane (fonte: ABI Lab, rilevazione sulle priorità Ict delle banche italiane, 22 banche/ gruppi bancari e 4 outsourcer interbancari)

… e sale la spesa in tecnologie e innovazione

Dall’ultima rilevazione Abi-Cipa sull’It nel mondo bancario italiano, emerge che nel 2018 la spesa e gli investimenti It dei diciannove gruppi facenti parte del campione è stata di 4,7 miliardi di euro. Il dato sulla spesa è sicuramente sottostimato perché nel campione della rilevazione non sono inclusi i Centri servizi consortili (es. Cedacri, Cse) i cui investimenti si riflettono sull’innovazione tecnologica delle banche che usufruiscono di tali centri.
La percentuale della spesa dedicata agli investimenti in tecnologia per il business (es. servizi bancari tipici, credito, finanza, ecc.) assorbe circa i due terzi del totale It (67,3%). Il rimanente 32,7% è dedicato agli aspetti di efficientamento della gestione interna.
La ricerca sottolinea che il 39,1% del totale della spesa, oltre 1,8 miliardi, è stata destinata all’implementazione di nuovi progetti e funzionalità (investimenti in nuove tecnologie, come piattaforme Api e open banking, iniziative di mobile banking, iniziative di data governance, ecc. )  Secondo la rilevazione l’85% del campione include nella propria strategia It il ricorso ad aziende Fintech: il 25% vi collabora in forma continuativa, il 35% in modalità occasionale e il 25% lo prevede nel biennio 2019-2020.
L'innovazione è una componente fondamentale del servizio bancario e la relazione tra banche e Fintech è sempre più complementare. 
In un contesto dove nuovi soggetti si affacciano offrendo servizi finanziari digitalizzati, le banche fanno la loro parte investendo in tecnologie e innovazione a supporto del business sia attraverso la valorizzazione del proprio patrimonio di risorse e idee sia mediante collaborazioni attive con le Fintech e con gli altri soggetti operanti nell’ecosistema.
 
In primo piano
BPER, obiettivo prossimità. Sul territorio e sui canali digitali
Per Pierpio Cerfogli, anche tra 10 anni le filiali saranno fondamentali per le banche. Ma saranno molto...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Fintech, sviluppo a rischio senza educazione finanziaria
Giovanna Boggio Robutti (Feduf): è necessaria una maggiore consapevolezza finanziaria per alimentare una...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario