Banner Pubblicitario
24 Gennaio 2022 / 20:41
 
DoValue approva i risultati preliminari 2020

 
Banca

DoValue approva i risultati preliminari 2020

di Elena Chiocchio - 9 Marzo 2021
I dati confermano la solidità del business nonostante la pandemia globale. Ricavi lordi pari a 418,2 milioni di euro (+15% rispetto all'esercizio precedente). Determinante per i risultati la strategia di acquisizioni in atto
Il cda di DoValue, primo operatore del Sud Europa attivo nei servizi di gestione di crediti e asset immobiliari prevalentemente derivanti da crediti non performing, ha approvato i risultati economici e finanziari per il 2020. Questi confermano un solido trend del business in linea con la guidance fornita dal management, nonostante le sfide imposte dalla pandemia globale al settore.
La società quotata al MidCap ha chiuso il periodo con ricavi lordi pari a 418,2 milioni di euro, in crescita del 15% rispetto ai 363,8 milioni dell'esercizio precedente, che riflettono il contributo delle acquisizioni del Gruppo: Altamira Asset Management, consolidata a partire da luglio 2019, ed Eurobank Financial Planning Services (ora doValue Greece) consolidata da giugno 2020. Le due recenti acquisizioni hanno contribuito in maniera significativa alla diversificazione del Gruppo, permettendo a doValue di espandersi ulteriormente nel servicing di crediti Early Arrears e Unlikely-to-Pay. In aumento del 14% i ricavi netti pari a € 368,1 rispetto ai €323,7 milioni del 2019.
L’EBITDA esclusi gli elementi non ricorrenti è stato pari a €125,3 milioni rispetto a €140,4 milioni nel 2019, con una progressiva crescita da €41 milioni nel terzo trimestre del 2020 a €49 milioni nel quarto trimestre del 2020. In percentuale rispetto ai ricavi, l’EBITDA esclusi gli elementi non ricorrenti è stato del 30% rispetto al 39% nel 2019. L’andamento dell’EBITDA è dovuto all’andamento dei costi operativi che riflettono il più ampio perimetro di consolidamento del Gruppo.
Il risultato netto attribuibile agli azionisti della Capogruppo esclusi oneri non ricorrenti è pari a €20,9 milioni, in netto miglioramento rispetto a €3,5 milioni al 30 settembre 2020. Il solido andamento della redditività e della generazione di cassa nel quarto trimestre del 2020 ha continuato a rafforzare il bilancio di doValue, con una posizione finanziaria netta negativa per €411 milioni a fine 2020, in linea con il livello alla fine del precedente trimestre. La posizione finanziaria netta è in aumento rispetto alla fine del 2019, quando era negativa per €236,5 milioni, per effetto del finanziamento dell’acquisizione di doValue Greece.
Il 2020 ha segnato un marcato miglioramento della componente base fee dei ricavi lordi - circa il 36% del totale rispetto al 22% nel 2019 - in funzione di una maggiore esposizione di doValue a mercati come Spagna, Portogallo, Grecia e Cipro, in cui le base fee si collocano a circa 10 e 15 basis point sul GBV, rispetto a circa 5 basis point in Italia. Tale tendenza è dunque da considerarsi strutturale.
A fine 2020 il portafoglio gestito (gross book value) da doValue era pari a €158 miliardi, in crescita del 20% rispetto a €132 miliardi a fine 2019, grazie all’acquisizione di doValue Greece e dell’on-boarding di nuovi mandati per €8,6 miliardi.
Per il futuro ci si attende che il trend positivo nel business development, le collection in miglioramento progressivo e un approccio conservativo sui costi operativi continuino a supportare la redditività di doValue e la generazione di cassa in un contesto di solidità del bilancio e basso grado di leva, caratteristiche importanti nel contesto attuale.
In primo piano
CRIF_Banner Medium_new giugno 2021
ESG in banking: sostenibilità è sviluppo
Il 13 e 14 dicembre la prima edizione dell'evento annuale promosso dall’ABI sulla trasformazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Wealth Management Forum 2021
La prima edizione del Wealth Management Forum è stata un momento di confronto tra i diversi operatori del...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Crediti problematici, un approccio data driven conviene a banca e cliente
Trasformare la gestione dei crediti problematici dei privati in un’attività di caring che porta vantaggi...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Cabiati (Deutsche Bank): architettura applicativa da ripensare insieme alle fintech
Per le banche la pandemia ha rappresentato un momento di “stress test” organizzativo e un acceleratore...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Innovation Workshop powered by Bancaforte
Gli Innovation Workshop on demand
Guarda gratuitamente tutti gli appuntamenti organizzati con i nostri Partner 
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Scopri gli Innovation Workshop powered by Bancaforte
Una nuova e qualificata opportunità di dialogo e relazione con i professionisti del mondo bancario,...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario