Banner Pubblicitario
17 Aprile 2024 / 03:25
 
Confessore (ReActive): Tecnologie emergenti e competenze funzionali, per una modernizzazione legacy efficiente e sostenibile

 
Pagamenti

Confessore (ReActive): Tecnologie emergenti e competenze funzionali, per una modernizzazione legacy efficiente e sostenibile

A cura della redazione - 12 Marzo 2024
La competenza acquisita sulle logiche e le funzionalità presenti nei sistemi legacy finance è la variabile critica di successo per una transizione digitale fluida. Lo sguardo di Paolo Confessore, Head of Architecture & Strategic Innovation di ReActive, sulle evoluzioni possibili per le aziende bancarie e finanziarie
 
“La digitalizzazione sta imprimendo una svolta decisiva all’industria della finanza, delineando nuovi orizzonti di efficienza, innovazione e personalizzazione dei servizi. Un ruolo da protagonista in questa trasformazione lo gioca l’adozione delle tecnologie cloud, intese non più come semplice transizione di infrastruttura tecnologica, ma come fattore abilitante di un modello di business aperto e flessibile. Il cloud facilita infatti l’innovazione e l’agilità, ottimizzando il time to market e realizzando quell’open finance che si traduce in un ecosistema operativo, pienamente integrato e collaborativo”. Parte da una lettura allargata dello scenario, prima di entrare nel merito delle technicalities, il ragionamento che Paolo Confessore, Head of Architecture & Strategic Innovation di ReActive (Almaviva Group), propone a margine del Salone dei Pagamenti, mettendo a valore l’esperienza di un’azienda e di un Gruppo che, in questi anni, sono stati uno dei motori della trasformazione digitale delle imprese italiane, a partire dal mondo bancario e finanziario.
 

Confessore, in che modo la digitalizzazione sta trasformando l’industria della finanza, rispetto alle principali sfide che il settore si trova ad affrontare?

Affrontare la transizione verso un modello open finance richiede un nuovo orientamento strategico, che non si limiti alla semplice adozione di nuove tecnologie, ma implichi la ridefinizione delle modalità di erogazione dei servizi, con l’obiettivo di semplificare l’integrazione e assicurare l’interoperabilità di tutti gli ecosistemi coinvolti. In questo contesto, emergono come ulteriori sfide quelle della sicurezza e della privacy dei dati, che assumono una rilevanza critica all’interno di architetture aperte e distribuite, nelle quali anche la conformità normativa diventa sempre più complessa e articolata. Basti pensare alla recente introduzione della normativa DORA – il cui obiettivo è proprio quello di rafforzare la resilienza operativa digitale dell’industria della finanza, con un approccio olistico e rigoroso alla gestione dei rischi IT, alla sicurezza dei dati e alla resilienza dei sistemi.
 

Di fronte a queste sfide, quali strategie state adottando per modernizzare i sistemi legacy e assicurare all’industria della finanza una transizione efficace verso modelli operativi innovativi e orientati al digitale?

La strategia di modernizzazione di ReActive si basa sulle competenze funzionali dei processi bancari maturate in decenni di esperienza sul campo e su un approccio standardizzato e supportato da meccanismi avanzati di automazione, che ne incrementano la produttività e la scalabilità. L’elemento distintivo dei nostri progetti di modernizzazione dell’industria finance è quindi rappresentato dalla qualità e profondità della conoscenza che i nostri analisti funzionali e i nostri sviluppatori hanno dell’as is. È questo che ci permette di guidare la transizione verso il to be, coordinando al meglio tutte le interazioni e implementando le soluzioni che ottimizzano i macro-processi del business. Crediamo che conoscere appieno le logiche e le funzionalità presenti - anche se a volte non immediatamente evidenti - nei sistemi legacy finance costituisca la variabile critica di successo e l’elemento fondamentale per garantirne una transizione al digitale, fluida e senza ricadute sulla continuità operativa.

Quali sono le tecnologie più funzionali a questi obiettivi?

In questo contesto, abbiamo introdotto l’Intelligenza Artificiale Generativa per superare i limiti dei tradizionali sistemi di traduzione automatica e accelerare significativamente il processo di trasformazione. La Generative AI, attraverso la Retrieval-Augmented Generation (RAG), ci permette di analizzare, interpretare e utilizzare le informazioni per produrre e/o adattare il codice in modo più preciso e conforme alle necessità di modernizzazione. Inoltre, attraverso la collaborazione con i principali partner IT, manteniamo una visione critica e aggiornata del mercato di riferimento. Ciò ci consente di scegliere il meglio offerto delle diverse tecnologie e governare il processo end-to-end, con le elevate competenze di ambito interne. Questo approccio non solo garantisce una riduzione dei tempi, ma preserva l’integrità funzionale delle applicazioni finali, pur introducendole in contesti tecnologici avanzati.

 

La sostenibilità sta diventando un altro imperativo nel settore finance. Come può la tecnologia aiutare l’industria della finanza a integrare criteri ESG?

Un aspetto fondamentale del percorso di evoluzione tecnologica finance è l'adozione di pratiche di green IT e green cloud, che si inseriscono nel contesto di una trasformazione digitale sostenibile. Nella nostra visione, l’integrazione dei criteri ESG permea l’intero percorso di trasformazione digitale dell’industria della finanza. Si può migliorare l'efficienza energetica con la riduzione dell'impronta carbonica attraverso l’adozione di soluzioni cloud più green e misurando l’impatto dei servizi coinvolti nell’infrastruttura target. La nostra metodologia di modernizzazione - come già evidenziato sopra - non si limita alla trasformazione dei sistemi legacy verso contesti architetturali moderni e innovativi, ma considera fondamentale integrare elementi di sostenibilità fin dalle fasi iniziali del processo. Attraverso il monitoraggio attento e costante degli indici green esteso a tutte le fasi (trasformazione del legacy, definizione dell’infrastruttura target, erogazione dei servizi), ci assicuriamo che ogni aspetto sia compliant con gli standard ESG previsti. Tale approccio non solo migliora l'efficienza energetica e riduce contestualmente i costi operativi, ma offre all’industria della finanza l’opportunità di conseguire delle best practice di sostenibilità, in qualsiasi processo di modernizzazione e/o trasformazione digitale della propria operatività.
Vai alla sezione In primo piano
IMMOBILIARE.IT
D&I in Finance 2024
L'evento promosso da ABI e organizzato da ABIEventi per consolidare gli interventi svolti...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Credito e Finanza 2024
Credito e Finanza è l’appuntamento promosso da ABI dedicato al Credito a Famiglie e Imprese e al Mercato...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Il Salone dei Pagamenti 2023
Il Salone dei Pagamenti è il più importante appuntamento nazionale di riferimento su Pagamenti e Innovazione...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Bancaforte TV
Sabatini (ABI): "Il mercato dei capitali in Italia è sempre più vicino alle imprese"
"Per avvicinare le imprese al mercato dei capitali, bisogna continuare a semplificare le regole e le...
Icona Facebook Icona Twitter Icona LinkedIn
Banner Pubblicitario