13 Novembre 2018 / 21:16
 
Progetto senza titolo 126

 
Credito

Crif sbarca in Madagascar e Brunei

di Flavio Padovan - 30 ottobre 2018
Il gruppo italiano è stato scelto come partner strategico per lo sviluppo del primo credit bureau privato dei due Paesi

Due nuovi successi internazionali per Crif. Il gruppo italiano, leader nell’Europa continentale nel settore delle credit information bancarie e tra i più importanti operatori mondiali nel campo delle business information e soluzioni per il credito, è stata scelta come partner strategico per lo sviluppo e la gestione del primo credit bureau privato del Madagascar e di quello del Brunei.

 

In Madagascar, la Central Bank of Madagascar (Banky Foiben'i Madagasikara) e IFC (società del World Bank Group) hanno scelto Crif per gestire le informazioni creditizie contribuite dagli istituti di credito locali attraverso la fornitura di un’avanzata piattaforma tecnologica che integrerà e consoliderà i dati relativi all’affidabilità creditizia del richiedente il finanziamento in un unico report. Per la gestione del SIV CRIF attualmente sta lavorando all’istituzione di una società locale, posseduta al 100%, che opererà sotto la supervisione e il controllo della Banky Foiben'i Madagasikara.

 

L’istituzione di un full-fledged credit bureau nel Paese favorirà l’accesso al credito alle aziende malgasce, consentendo loro di ottenere condizioni più favorevoli e in tempi più rapidi. Al contempo aiuterà i consumatori ad ottenere un finanziamento, con impatti positivi in particolare sulle fasce più giovani della popolazione e su tutti coloro che non sono in grado di presentare garanzie.

 

In Brunei, invece, dopo essersi aggiudicata la gara internazionale indetta nel dicembre 2016 dalla Autoriti Monetari Brunei Darussalam (AMBD – l’ente statutario che opera per conto della banca centrale), Crif ha sviluppato il nuovo sistema di informazioni creditizie. L’istituzione della Autoriti Monetari Brunei Darussalam (AMBD) sottolinea l’impegno del Governo del Sultano e del capo dello Stato Yang Di-Pertuan Negara nel raggiungere e mantenere un sistema creditizio e finanziario affidabile e dinamico implementando misure idonee e promuovendo riforme a sostegno dello sviluppo dell’economia nazionale.

 

Nel rispetto del quadro normativo di entrambi i Paesi, la piattaforma di credit bureau sviluppata da Crif conterrà sia informazioni positive (relative al regolare rimborso dei finanziamenti) sia negative (relativa a crediti scaduti e sofferenze) di privati e imprese, che verranno raccolte e contribuite dalle banche e società finanziarie aderenti.

 

In virtù della sua esperienza internazionale nella realizzazione e nella gestione di analoghi sistemi di informazioni creditizie – ad esempio in Italia, Irlanda, Repubblica Ceca, Slovacchia, Vietnam, Indonesia, Filippine, Giamaica, Emirati Arabi, Tunisia e altri Paesi ancora - Crif è in grado di fornire non solo una piattaforma tecnologicamente all’avanguardia per la condivisione dei dati creditizi, ma anche di offrire agli operatori di settore servizi a valore aggiunto per la gestione del rischio, come modelli “fast-start” di credit bureau scoring, strumenti di analisi predittiva, sistemi di alerting sul portafoglio, soluzioni antifrode nonché attività di consulenza sui processi creditizi.

 

Questo consentirà agli istituti di credito di prendere decisioni più velocemente e in modo più accurato basandosi su dettagliati profili di credito dei richiedenti il finanziamento, di assegnare loro un livello di affidabilità creditizia e anticiparne i comportamenti di pagamento. Nello specifico, la disponibilità di una storia creditizia completa e aggiornata premierà i buoni pagatori facilitandone l’accesso al credito e contribuirà a prevenire il rischio di sovra indebitamento, giocando un ruolo rilevante nei processi di inclusione finanziaria.

 

“Siamo felici di lavorare a entrambi questi nuovi progetti che riflettono l’interesse e l’impegno che rivolgiamo al continente africano e asiatico”, commenta Carlo Gherardi, Presidente di Crif. “La nostra storia di successo nella gestione e istituzione di sistemi di informazione creditizia in vari Paesi nel mondo ci rende certi dell’apporto significativo che sarò offerto ai mercati del credito di Madagascar e Brunei a supporto delle esigenze finanziarie di aziende e consumatori”.

 

“Come terza parte indipendente Crif da sempre è impegnata ad aiutare gli operatori del credito nel prendere decisioni accurate, basate sui profili di credito dettagliati, e nel migliorare la loro gestione del rischio, ma al contempo la disponibilità di una storia creditizia completa consente a imprese e consumatori un più facile accesso al credito” - spiega Davide Michele Meo, Direttore Sales and Direct Markets di Crif. “Grazie alla comprovata esperienza nel fornire il più ampio set di soluzioni agli istituti, che ci viene riconosciuta da 6.500 banche di tutto il mondo – continua Meo - siamo anche in grado di sviluppare sistemi di scoring altamente personalizzati e servizi per l’efficace gestione dei processi del credito”.

In primo piano
Oggi è importante "concettualizzare" l'innovazione e ragionare sulle nuove architetture della relazione che ne...
Lotta al contante per Bancomat Spa, che taglia i costi per le transazioni fino a 15 euro effettuate con...